Michael Fassbender in kart con IPK

Il divo di Hollywood Michael Fassbender si è concesso un’intensa giornata in kart sulla Pista Azzurra di Jesolo. Con il supporto di FD Motors, la compagnia di Andrea Bertolini (pilota Ferrari e Maserati) e i kart Praga.

Michael Fassbender, attore di professione, è da sempre un grande appassionato di motori. In kart, già qualche anno fa si era regalato una giornata a Castelletto di Branduzzo >>leggi qui<<.

Questa volta ha scelto la mitica Pista Azzurra di Jesolo, grazie al supporto di FD Motors (negozio e gestore della pista, oltre che squadra corse che ha allestito i mezzi) e alla “mediazione” di Andrea Bertolini, uomo di Maranello che ha incrociato Fassbender alle Finali Mondiali Ferrari e lo ha invitato per una giornata in kart.

Data l’incredibile passione del due volte candidato all’Oscar, non c’è voluto molto per convincerlo. Così, nonostante la pioggia, ecco che Fassbender si presenta a Jesolo con tanta voglia di mettere la tuta e impugnare il volante del kart Praga motorizzato Rotax DD2 preparato dagli uomini FD Motors.
A fargli compagnia, in pista, ci sono Michele Rugolo (anche per lui kart Praga/Rotax DD2) e Andrea Bertolini (Formula K/Rotax DD2), con qualche giro anche per Petr Ptacek junior, figlio del boss di IPK (azienda produttrice dei kart Praga, OK1 e Formula K), reduce dai test invernali F4.

Il clima rilassato e di amicizia, oltre alla pista bagnata dalla pioggia incessante, fa dimenticare a tutti il cronometro per dedicarsi soprattutto al divertimento, con non pochi testacoda e sorpassi al limite del consentito, dalle 11 di mattina fino a pomeriggio inoltrato, con giusto una breve pausa per un aperitivo offerto da FD Motors.
Il termometro segna solo 5 gradi ed il freddo si fa sentire, ma Fassbender non si tira minimamente indietro: sorriso sempre stampato in faccia, zero atteggiamenti da divo, massima disponibilità con tutti e grande attenzione ai consigli e le indicazioni di Bertolini e dei meccanici, a testimonianza di una passione vera e genuina.
Ottime le sensazioni generate dal telaio Praga (“sincero” nel trasmettere le precarie condizioni di pista) e dal motore DD2, mai provato in precedenza da Fassbender. L’attore è rimasto sorpreso in positivo soprattutto dalla facilità d’uso e dall’avviamento elettrico, comodo nel ripartire dopo i testa-coda.

Molto buone, a detta di tutti i piloti presenti a Jesolo, anche le impressioni regalate dal Fassbender pilota, soprattutto considerando le cattive condizioni meteo e le caratteristiche della Pista Azzurra, molto tecnica e che mette a dura prova il fisico.