Maxime Furon Castelain mette la bandiera del Lussemburgo sul podio del FIA Karting Academy Trophy

Maxime Furon Castelain mette la bandiera del Lussemburgo sul podio del FIA Karting Academy Trophy
Furon Castelain Maxime, ACADEMY, LUX, EXPRIT / VORTEX / VEGA, Furon Pierre, FIA Karting Academy Trophy, ADRIA, International Race, © KSP Reportages

Orgoglioso di rappresentare il suo paese nel FIA Karting Academy Trophy, il promettente lussemburghese Maxime Furon Castelain ha adempiuto perfettamente alla sua missione all’evento di apertura sul circuito italiano di Adria. Velocissimo, ma anche estremamente costante, combattivo e calmo, Maxime ha concluso la sua corsa impeccabile sul secondo gradino del podio della Finale. La seconda posizione nella classifica provvisoria del Trofeo gli apre grandi prospettive.

Sono molto contento del mio weekend“, ha spiegato Maxime mentre scendeva dal podio. “Quando siamo arrivati ​​ad Adria, l’obiettivo era quello di essere almeno tra i primi tre. L’obiettivo è stato raggiunto, e il mio 2 ° posto è un ottimo inizio per il Trofeo. Le condizioni erano dure a causa della temperatura ambiente e dell’umidità elevate. I 20 giri nella feature race sono lunghi con temperature del genere. Sono orgoglioso di rappresentare il mio paese, il Lussemburgo, in questa competizione internazionale. Vorrei ringraziare ACL Sport e il mio team Forza Racing con Dean e Callum “.

Una competizione unica, il FIA Academy Karting Trophy vede giovani talenti provenienti da tutto il mondo al volante di kart rigorosamente identici, Exprit / Vortex / Vega. Le possibilità di messa a punto sono ridotte e i motori vengono cambiati regolarmente per garantire la massima equità possibile. Nell’Academy è il pilota che conta e tutto il merito va a loro.

L’analisi delle prestazioni di Maxime mostra la sua incredibile velocità. Ha fatto segnare il miglior tempo in ciascuna delle sue manche di qualificazione e si è confermato in finale con il secondo miglior tempo in griglia. Tutto questo con quattro motori diversi! È rimasto il pilota più veloce dell’incontro fino alla fine.

Maxime ha dovuto fare i conti con una posizione di partenza sulla linea esterna in ciascuna delle sue gare. Questo è un notevole svantaggio su una pista come Adria: “Non è facile tornare sulla giusta traiettoria in partenza, spesso si perdono posizioni in partenza. In Finale ad esempio, quando sono partito dalla prima fila , Mi sono trovato in 5 ° posizione. Ho dovuto evitare gli scontri che sono sempre possibili in questa situazione e poi cercare di risalire ogni volta rimanendo calmo. Non è facile da gestire, ma è molto istruttivo per imparare a sorpassare nel gruppo di testa . Alla fine, la soddisfazione è stata maggiore “.

Un podio a questo livello è un risultato che ispira fiducia. La prossima settimana Maxime proseguirà con il secondo round del Campionato Europeo sul circuito di Sarno, altra gara importante dove avrà ambizioni ancora maggiori.