carreggiata, , , " />
Magazine | Test in Pista Tecnica
La carreggiata posteriore0%
test in pista tecnica
la prova

LA CARREGGIATA POSTERIORE

La carreggiata posteriore, bilanciata con la anteriore, determina gran parte dell’assetto del kart. Oggi, in caso di competizioni internazionali e non, viene perlopiù regolata sul valore massimo possibile (140 cm per KF e KZ), ma può capitare di doverla ridurre in caso di grip molto basso o con pista bagnata

Leggi tutto
test in pillole
Cosa

Verificare la risposta in pista del kart al variare della carreggiata posteriore

Come

Prova 1: carreggiata posteriore pari a 136 cm
Prova 2: carreggiata posteriore pari a 140 cm

Dove

All’Adria Karting Raceway di Adria (RO)

Condizioni

Asfalto curato e regolare, con buon grip, ma non estremo, a seguito del fine settimana di gara con la finale della Rok Cup Italia. Per la massima sensibilità di guida sono state usate gomme prestazionali come le Vega Bianche

Meteo
26°C
IN TEORIA
CARREGGIATA ANTERIORE

La larghezza della carreggiata anteriore influenza il grip all’anteriore, anche se va sempre messa in rapporto con la larghezza della carreggiata posteriore. In generale: più si allarga davanti e maggiore sarà il grip, soprattutto nelle curve larghe e veloci; più si stringe e più il kart sarà sottosterzante, ma anche più agile nei cambi di direzione e nelle curve strette.

GOMME E GRIP

Variando la carreggiata si ha un effetto sul battistrada delle gomme posteriori. Una carreggiata più stretta, così come un assale più duro, determinano una minor flessione dell’assale e, quindi, una posizione inclinata del battistrada, che toccherà l’asfalto maggiormente nella fascia esterna. Viceversa, con carreggiata più larga, il pneumatico lavorerà di più nella parte interna. L’effetto finale di una carreggiata ridotta è un maggior grip al retrotreno che, in caso di pista molto gommata e pneumatici morbidi, determina un kart che tende a puntare posteriormente fino anche a generare un saltellamento laterale. Una carreggiata più larga, invece, offre meno grip, ma uno scivolamento più uniforme e progressivo. Certo, se il tracciato è poco gommato, servirà ridurre la carreggiata posteriore per recuperare grip al retrotreno, e non si avranno né aderenza eccessiva né saltellamenti.

CARREGGIATA POSTERIORE

La larghezza della carreggiata posteriore determina la componente di forza centrifuga diretta verso la ruota anteriore esterna. Tale componente è responsabile dello spostamento delle forze verticali sulla ruota stessa e del sollevamento della ruota posteriore interna. Più la componente è elevata (carreggiata larga) più la ruota si alza e il kart tende a caricare l’avantreno ed essere sovrasterzante.
Un secondo effetto, che si somma al primo, è dato dalla lunghezza del tratto di assale fra il cuscinetto esterno e il mozzo della ruota. Aumentando la carreggiata, esso aumenta da entrambi i lati e, quindi, flette maggiormente, risultando in generale un elemento più morbido. Ciò porta a una riduzione del grip sulla ruota posteriore in appoggio, con effetto a tendere sovrasterzante. Viceversa si verifica in caso di carreggiata posteriore più stretta.

LARGHEZZA POSTERIORE 136 CM
53’’500
Assetto
Larghezza anteriore 5 tacche
Camber Neutro
Caster Neutro
Altezza posteriore Basso
Altezza anteriore Neutro
Cosa ci aspettiamo

La carreggiata pari a 136 cm è piuttosto stretta e, con gomme ad alto grip come le Vega Bianche e un tracciato piuttosto gommato, ci aspettiamo un retrotreno troppo piantato a terra, bloccato, con grip eccessivo. Probabile del sottosterzo in ingresso di curva e del saltellamento laterale nei tratti non rettilinei.

Sensazioni in pista

Il telaio risulta troppo legato al retrotreno. Il sottosterzo richiede di girare eccessivamente il volante per tutta la percorrenza di curva, ma in particolare nella prima parte. In ingresso di curva il retrotreno tende a scivolare poco e richiede, così, una guida più impegnativa con lo sterzo. In più, nelle curve medio-veloci, come la “L” interna, il telaio tende a saltellare lateralmente al posteriore, anziché scivolare in modo uniforme.

Analisi

Dal grafico delle velocità della telemetria AIM, è evidente che nel tornante prima della S d’ingresso al rettilineo il kart con carreggiata posteriore a 136 cm (lineo verde), troppo legato al retrotreno, costringe a rallentare e girare troppo lo sterzo, al punto che si determina uno scivolamento improvviso delle ruote posteriori e grande perdita di velocità per tutta la percorrenza della curva. L’elevato grip permette buona trazione in uscita e buona velocità all’interno della S, con la carreggiata stretta che, come prevedibile, facilita il cambio di direzione. L’ingresso al rettilineo, invece, presenta nuovamente un problema di inserimento e percorrenza del curvone, con perdita di velocità nel primo tratto di accelerazione.

Gomme

Con la carreggiata posteriore stretta a 136 cm, e la pista con grip elevato, le ruote anteriori tendono a scivolare troppo e non lavorano bene. Se ciò può generare un riscaldamento più rapido nei primi giri, successivamente non si riesce comunque a raggiungere una pressione adeguata (Vega consiglia 0,78 – 0,82 bar). Al posteriore invece, il grip eccessivo alla lunga surriscalda gli pneumatici e li porta ben oltre la pressione consigliata di esercizio. Il battistrada degli pneumatici posteriori evidenzia l’eccessivo grip e il surriscaldamento della gomma, con una superficie molto ruvida e frastagliata.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO... E ALTRI!!!
€2,99 per il 1° anno / 365 giorni / 400+ articoli
TKart Magazine
  • icone_icon-1-1 Multi dispositivo
  • icone_icon-2-1 Oltre 15 canali tematici
  • icone_icon-3-1 Ti abboni oggi e hai accesso anche a tutti i vecchi articoli
  • icone_icon-4-1 Continui aggiornamenti
  • icone_icon-5-1 Valido 365 giorni dall'attivazione
Dicono di noi
TKart Magazine
Registrati ora per un tour gratuito di 24 ore
*Campi richiesti

Your personal data will be used to support your experience throughout this website, to manage access to your account, and for other purposes described in our privacy policy.

Registrati, inserisci i dati della carta di credito e prova gratis TKART Magazine per 10 giorni

  • Non avrai alcun addebito fino al termine della prova gratuita
  • Interrompi la prova quando vuoi, senza impegno
Continua Annulla

LA CARREGGIATA POSTERIORE