TACHO EVO, TUTTA LA QUALITÀ DI PRAGA KARTS

CIK-FIA 2018-2020

OMOLOGA
Il Praga Tacho Evo è fresco di nuova omologa CIK-FIA, valida per 3 anni

KZ - KZ2

CONFIGURAZIONE
Il telaio è adatto sia per l’utilizzo con i motori monomarcia, sia a marce. Nelle foto, è in versione KZ

30-32

DIAMETRO TUBI
In genere si usano tubi da 30 e 32 mm. O tutti uguali, o mischiandoli. Il Tacho Evo ha un solo tubo da 32, tutto il resto è diametro 30 mm

MANUALE

SALDATURE
Due le “scuole di pensiero”: a mano o robotizzata. IPK salda manualmente

MAGNESIO

ACCESSORI
Accessori in magnesio per il telaio del gruppo IPK

Nuovo impianto frenante, importanti modifiche tecniche e nuova livrea: sono solo alcune delle novità che contraddistinguono la versione del telaio Praga Tacho Evo omologata nel 2018. Uno dei prodotti di punta del brand del gruppo IPK, protagonista nelle principali competizione di tutto il mondo

La scocca ha un disegno classico, con tubi tutti da 30 mm di diametro a eccezione della traversa centrale, di 32 mm, che ha il compito di aumentare la rigidità della zona centrale e posteriore del kart.

IPK ha investito molto nella piegatura dei tubi, fase fondamentale per la quale l’azienda si è dotata di una piegatubi automatizzata che utilizza un sistema ad azionamento elettrico, escludendo, quindi, sistemi idraulici che dipendono dalla temperatura dell’olio (più freddo a inizio lavorazione, soprattutto nei mesi invernali). La macchina piegatubi ha inoltre un sistema di recupero dell’energia (un po’ come le vetture elettriche e ibride), lavora su 11 assi e diverse maschere (alloggiamenti femmina) per tubi da 28-30-32 mm di diametro. Il macchinario automatizzato permette una precisione assoluta, con tolleranza al decimo di grado nella piegatura.
La fase successiva è quella della saldatura, per la quale IPK si affida alla mano di esperti operatori e non ai robot che saldano automaticamente.

La novità più evidente, entrata in produzione con l’omologa 2018, riguarda il supporto del piantone sterzo, che ora prevede uno scatolato al posto del vecchio supporto composto da due tubi di piccolo diametro.

0%

    Il CCS, esclusivo sistema studiato da IPK per regolare Caster e Camber

    Leggi tutto

    La leva frizione, ricavata dal pieno, studiata per facilitare l’impugnatura del pilota e alleggerita dalle lavorazioni di svuotamento compiute tramite macchinari CNC

    Leggi tutto

    La grande attenzione ai dettagli è ribadita dal pattino fissato al telaio, con funzione di protezione del disco freno posteriore dai contatti contro i cordoli. Di serie nei telai del gruppo IPK

    Leggi tutto

    Il nuovo volante KG M5 consente di alloggiare le nuove telemetrie dotate di grandi display

    Leggi tutto

    Rispetto alla precedente omologa, il nuovo Tacho Evo ha mantenuto invariato il disegno della scocca

    Leggi tutto

    Come spiega Cash Van Belle, esperto Team Manager dei racing team del gruppo IPK, la modifica è stata eseguita per diminuire le vibrazioni allo sterzo e aumentare la rigidità della zona. Il tutto per facilitare la guida ai piloti e diminuire le correzioni allo sterzo nei veloci cambi di direzione. Con il nuovo supporto, il telaio ha ora anche due possibilità di fissaggio per il poggiapiedi, utile per la regolazione della posizione di guida, specie nelle categorie Junior.
    Altra modifica non secondaria si trova nella zona posteriore e riguarda i punti del telaio dove vanno fissati i portacuscinetti dell’assale, la cui sede è, ora, uno scatolato aperto. Ciò consente di avere un posteriore meno rigido, migliorando la capacità di adattarsi ai diversi set-up, come la variazione di durezza dell’assale. Ulteriore vantaggio è la possibilità di smontare più velocemente il retrotreno del kart, togliendo l’assale senza doverlo sfilare.
    Il nuovo Praga Tacho Evo ha un passo di 1050 mm, 5 mm in meno rispetto alla precedente omologa. Van Belle sottolinea l’importanza della modifica, effettuata dopo aver testato con il Racing Team ufficiale diversi passi nelle maggiori competizioni internazionali, per avere un telaio più reattivo nei cambi di direzione.