Magazine | Sotto Esame
Crg road rebel, il telaio dei campioni – aggiornamento 20200%

CRG ROAD REBEL, IL TELAIO DEI CAMPIONI - 2020











CIK-FIA 2014 – 2020

OMOLOGA
L’omologa del CRG Road Rebel scade nel 2020. È valida per tutte le categorie

KZ – KZ2

CONFIGURAZIONE
Il Road Rebel è stato sviluppato per le categorie KZ, anche se l’omologa del telaio è valida sia per l’utilizzo con i motori monomarcia, sia a marce.

32

DIAMETRO TUBI
In genere si usano tubi da 30 e 32 mm. O tutti uguali, o mischiandoli. Il CRG Road Rebel ha solo tubi da 32 mm

AUTOMATICA

SALDATURE
Due le “scuole di pensiero”: a mano o robotizzata. CRG salda mediante Robot

MAGNESIO

ACCESSORI
Accessori in magnesio di serie per i telai racing, ma, a richiesta, sono disponibili anche in alluminio.

- Aggiornamento novembre 2019 -
Il Road Rebel, con scadenza di omologa nel 2020, è il telaio di punta di CRG per le categorie con il cambio, vincitore di numerosi titoli negli ultimi anni. Nella stagione 2019 il kart ha presentato diversi aggiornamenti rispetto al modello precedente: il principale riguarda lo scatolato porta gusci assale che permette la variazione del passo. Il più visibile, invece, è il restyling delle grafiche

La ricerca e lo sviluppo di un telaio da kart è continua, soprattutto per un’azienda come CRG, che fa della presenza sui campi di gara il principale banco di test per guidare l’evoluzione dei propri prodotti racing. Lo conferma la versione 2019-2020 del Road Rebel, sottoposto a un attento aggiornamento che ne ha rinnovato alcuni aspetti importanti. A partire dal grosso lavoro riguardante il materiale dei tubi del telaio: l’acciaio cromo molibdeno, le cui caratteristiche, in particolare la durezza, influenzano la flessione del telaio. La novità strutturale più importante, invece, è stata introdotta a metà della stagione 2019 al posteriore, dove il Road Rebel presenta un nuovo scatolato che permette in pochi passaggi la variazione del passo del telaio. La flangia porta cuscinetto assale, che può essere montata centralmente (posizione standard) e variare la sua altezza di 5 mm verso l’alto e di 5 mm verso il basso, può essere spostata verso l’anteriore o il posteriore allentando le quattro viti di fissaggio, modificando di conseguenza il passo a seconda del setup che si ricerca. Anche lo spostamento orizzontale può variare di +/- 5 mm rispetto alla posizione neutra standard. L’operazione avviene tramite rotazione della flangia: modalità che necessita di poco tempo e non richiede di smontare l’assale.

0%

    Il cambiamento a livello grafico del Road Rebel 2019 si è concentrato in maniera particolare sulla parte bassa del frontalino portanumero

    Leggi tutto

    Un dettaglio del rinnovato ripartitore di frenata, studiato per offrire ai piloti regolazioni più facili e precise

    Leggi tutto

    Il nuovo scatolato, unito alla nuova flangia, permette di variare il passo in pochi semplici passaggi

    Leggi tutto

    Le nuove grafiche del kart sono caratterizzate da un colore arancione (distintivo di casa CRG) più lucido. Un accorgimento che fa senza dubbio risaltare i kart in pista

    Leggi tutto

    Il CRG Road Rebel monta l’impianto freno VEN 11 KZ: rispetto alla precedente versione VEN 10, sono stati introdotti dei nuovi dischi freno, variati per diametro e spessore, e nuove pastiglie che meglio si adattano a questi. Sempre per quanto riguarda i freni, una novità la si trova anche nel ripartitore di frenata, la cui rotella di regolazione si muove effettuando degli scatti: un aiuto per i piloti, che possono contarne il numero per essere sicuri della ripartizione effettuata tra anteriore e posteriore.
    Per quanto riguarda gli accessori, il 2019 ha visto l’introduzione di un nuovo fusello denominato RX2, differente dal modello di serie per la doppia foratura per la regolazione dell’angolo di Ackermann.
    Non mancano anche le variazioni sul versante estetico: in occasione del mondiale KZ e KZ2 2019 al South Garda Karting di Lonato (Italy), CRG ha presentato un restyling delle grafiche, nelle quali il caratteristico colore arancio si caratterizza per una finitura più lucida. Il design è cambiato soprattutto nella parte bassa del frontalino porta numero, con il risultato di avere, ora, un frontale del kart più pulito e ben riconoscibile in pista. Confermato, invece, il colore nero della scocca, nella bella finitura opaca realizzata direttamente da CRG all’interno del proprio avanzato reparto verniciatura.
    Nulla, invece, è stato fatto sul disegno della scocca, tenendo conto della vicinanza della scadenza dell’omologa nel 2020.

    CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO... E ALTRI
    Abbonati adesso: solo 39,99 / 365 giorni / 450+ articoli
    TKart Magazine
    • icone_icon-1-1 Multi dispositivo
    • icone_icon-2-1 Oltre 15 canali tematici
    • icone_icon-3-1 Ti abboni oggi e hai accesso anche a tutti i vecchi articoli
    • icone_icon-4-1 Continui aggiornamenti
    • icone_icon-5-1 Valido 365 giorni dall'attivazione
    Dicono di noi
    TKart Magazine
    Registrati ora per un tour gratuito di 24 ore
    *Campi richiesti

    Registrati, inserisci i dati della carta di credito e prova gratis TKART Magazine per 10 giorni

    • Non avrai alcun addebito fino al termine della prova gratuita
    • Interrompi la prova quando vuoi, senza impegno
    Continue Cancel

    IL CONFRONTO TRA I BIREL ART 1° e 2° AL MONDIALE KZ