DEFLETTORE, STRACCI BAGNATI... TUTTI GLI ALLEATI PER COMBATTERE IL CALDO IN KART

1
2
3
4

Il sole che picchia e le temperature che salgono sono due fattori che possono tramutarsi in subdoli nemici per il kart (e per il pilota). Esistono, però, tanti modi per combattere il caldo: dagli accessori, come il deflettore o il radiatore supplementare, ai semplici accorgimenti, come stendere uno straccio bagnato sul radiatore quando il kart è fermo sotto il sole. Trucchi e consigli che permettono di limitare i disagi e godersi appieno la giornata in kart

Si tratta di una sorta di paratia in metallo da applicare sul lato esterno del radiatore. Il suo scopo è incanalare un flusso di aria fresca e dirigerla verso l’aria calda che esce dal lato posteriore del radiatore. Questo permette da un lato un miglior funzionamento del radiatore, dal’altro evita che l’aria calda finisca contro la gomma posteriore sinistra del kart, preservandone, così, la pressione ottimale.
Nel montare il deflettore, bisogna stare attenti che rimanga uno spazio tra esso e il radiatore: se i due elementi fossero solidali, infatti, l’aria non avrebbe dove infilarsi e il deflettore sarebbe del tutto inutile.

Prezzo indicativo


20,00 euro circa

Quando fa caldo, quasi tutti i team montano il deflettore sui propri kart

2 RADIATORE SUPPLEMENTARE

Quando le temperature sono troppo alte per essere combattute con un solo radiatore, anche se di grandi dimensioni, si può ricorrere al radiatore supplementare. Si tratta in tutto e per tutto di un radiatore, dalle dimensioni contenute, che si affianca al radiatore principale aumentando la massa radiante totale dell’impianto di raffreddamento. Solitamente viene montato a destra del motore, ma ne esistono vari modelli, come, per esempio, quelli che si fissano sul lato posteriore del sedile.

Prezzo indicativo


Si trovano anche intorno ai 50 euro. I più affidabili, però, hanno prezzi dai 140 euro in su

Visto sui kart del CRG Racing Team in occasione del FIA Karting European Championship KZ – KZ2 a Lonato