Scegli la lingua.
Tkart magazine

Must Have | Il copri disco freno e altri trucchi visti in pista al mondiale kz

go down go up

IL COPRI DISCO FRENO E ALTRI TRUCCHI VISTI AL MONDIALE KZ

1
2
3
4

I mondiali delle varie classi sono, per il kart, le gare più importanti dell’anno a cui nessuno vuole mancare. Proprio queste gare sono anche l’ideale per osservare come si comportano i team presenti in pista, con quali accorgimenti preparano i propri mezzi e che trucchi mettono in atto per prevenire o risolvere eventuali problemi. Girando nel paddock di Lonato, durante il FIA Karting World Championship KZ 2019, TKART ha carpito alcuni “segreti” delle squadre più importanti del mondo, scoprendo che, spesso, i piccoli accorgimenti che possono rivelarsi decisivi sono alla portata di tutti i kartisti. Eccone 4, a partire dal copri disco freno anteriore, che chiunque può mettere in pratica andando a girare in pista

1 COPRI DISCO FRENO

Nei kart KZ la frenata all’anteriore è fondamentale per compiere staccate brusche ed efficaci. Infatti, generalmente, la ripartizione della frenata è 70% davanti e 30% posteriore. Questo dato cambia in caso di pioggia, allorché è preferibile passare a un 50% davanti e dietro. Quando la pioggia è particolarmente abbondante, però, correggere la ripartizione può non bastare. Serve, allora, un piccolo aiuto per permettere ai dischi anteriori di mantenere la giusta risposta alla prima pinzata: si tratta del copri disco, realizzato dal Team Kart Republic partendo da un copri catena. Il suo scopo è quello di proteggere il disco ed eliminare quel velo d’acqua che si forma così che le pastiglie vadano a contatto diretto con il disco, mantenendo il grip ideale tre le due componenti.

Prezzo indicativo


Pochi Euro

Visto sui kart del team Kart Republic durante il FIA Karting World Championship KZ 2019 a Lonato

2 FASCETTA PLASTICA SU FISSAGGIO SERBATOIO

Quando la differenza tra un buon risultato e una sonora delusione può dipendere da qualsiasi dettaglio, fosse anche la perdita di prestazioni di un particolare da pochi centesimi di euro, ogni precauzione non è mai eccessiva. Per esempio, il fissaggio del serbatoio al telaio non è un elemento a cui in genere si pone attenzione, non considerandolo una fonte di possibili inconvenienti. Eppure, i meccanici più scrupolosi, non tralasciano di apporre una fascetta di plastica tra fissaggio e telaio. Lo scopo? Impedire che la vite si allenti a causa delle vibrazioni e possa innescare ulteriori inconvenienti.

Prezzo indicativo


Pochi centesimi di euro

Visto fare a Lonato, sui kart del FIA Academy Trophy

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 500 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati