Scegli la lingua.
Tkart magazine

Editoriale | Jaime alguersuari: la prima gara in kart

go down go up

JAIME ALGUERSUARI LA PRIMA GARA IN KART

Jaime Alguersuari, oggi, è un “giovane” DJ di 29 anni. Ma è anche un “vecchio” pilota di grande talento. Paradossi di un destino che ha visto la spagnolo primeggiare in kart e nelle Formule, essere il più giovane (all’epoca) debuttante in F1 al volante della Toro Rosso, per venire poi allontanato e dimenticato in fretta. “Troppo buono” per il mondo iper-competitivo della Formula 1? Può essere. Chi lo ha conosciuto da ragazzo, però, ricorda bene la classe cristallina e la passione, messa in pista fin dalla prima gara. Anzi... dalla seconda. Come racconta papà Jaime Alguersuari Sr.


“La primissima gara, Jaime la corse a 8 anni e 7 mesi. Si trattava della penultima prova del campionato di Catalunya e nella sua categoria correvano già piloti come Molina e Clos. Ricordo che la gara era a ottobre e a partire dall’estate avevamo portato Jaime ad allenarsi proprio sulle piste dove si sarebbero tenute le due ultime gare (Vic e Sils): vedendolo girare più o meno sui tempi della maggior parte dei piloti che già correvano nella classe “alevin”, pensai che fosse pronto.

Invece, quando arriviamo in pista, mi accorgo che solo in qual momento Jaime si rende conto davvero di trovarsi nel mezzo di una competizione: si guarda intorno stupito, mi cerca, osserva i commissari di percorso chiedendosi cosa fanno quei signori con delle bandiere in mano... Si capisce che non ha proprio idea di come possa funzionare, lui che in pista c’era andato solo per allenamento. Così, quando parte la gara, nonostante i tempi siano da centro gruppo, Jaime arriva ultimo. Sia nelle prove, sia in gra, dove viene addirittura doppiato. Una volta finito, andiamo a mangiare insieme. E lui non parla. Torniamo a casa, e non parla ancora. Anche da scuola, il giorno dopo, ci chiamano e ci chiedono come mai Jaime non parla più. Per tre giorni Jaime non dice una parola. Mia moglie, spaventata, mi accusa: ‘Hai traumatizzato tuo figlio!’. A quel punto anche io penso di aver fatto un grosso errore, di aver preso una decisione sbagliata come educatore. Così, decido di prendere appuntamento con un dottore. Ma alle 3 di notte del giorno precedente la visita, mentro sono a letto con mia moglie, sento qualcuno che mi tira il braccio per svegliarmi. È Jaime, in pigiama. Mi guarda e dice: “Dobbiamo imparare un po’ di più. Andiamo a fare la gara domenica”.
Alla gara ci siamo andati, e ha chiuso 20°, e senza essere doppiato. L’anno successivo, nella stessa categoria, alla prima gara di campionato, Jaime ha vinto la sua prima gara”.

Pilota classe 1990, è stato un talento precoce sia in kart (2 campionati spagnoli, 2° posto nell’Asia-Pacific Championship CIK-FIA, 3° nell’Open Masters ICA) sia nelle Formule (vittorie in F.Renault 2.0 Italy Winter Series e nella British F3 International Series). Tra il 2009 e il 2011 ha disputato 46 GP di Formula 1 con la Toro Rosso. Nel 2015 ha corso nel FIA Formula E. Oggi fa il DJ.

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 500 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati