Tkart magazine

Dottor Tkart | Sostituire l’accensione del motore del kart e regolare l’anticipo

go down go up

Sostituire l’accensione del motore del kart e regolare l’anticipo

Statore e rotore, elementi cardine dell’impianto di accensione, con il tempo vanno sostituiti. L’operazione non è complicata, anche se per i motori ad anticipo variabile serve qualche attenzione in più. Il dottor TKART spiega come fare utilizzando un TM KZ10 C, ma la procedura è valida anche su altri propulsori, sia ad anticipo fisso sia variabile
L'OPERAZIONE IN BREVE
Togli la candela. Smonta statore e rotore. Pulisci l’albero motore. Monta il nuovo rotore. Regola l’anticipo utilizzando il comparatore. Monta il nuovo statore, controlla l’allineamento e fissalo al motore.
tempo 35 min
difficoltà Easy

L’accensione ha un ruolo importante nelle prestazioni di un motore da competizione per il kart, e la sua regolazione, pur non essendo un’operazione molto complessa, deve essere fatta con attenzione. Esistono due diversi tipi di accensione: ad anticipo fisso e ad anticipo variabile, entrambe sono composte da statore, elemento fissato al carter motore, e dal rotore, elemento solidale all’albero motore tramite un accoppiamento conico.
In questo articolo analizziamo l’intero processo per sostituire un’accensione ad anticipo variabile, mostrando, quindi, anche cosa fare per regolare l’anticipo a seconda del dato fornito dalla casa costruttrice o dal preparatore. Il dottor TKART utilizza un motore TM KZ10 C, ma la procedura è analoga per altri propulsori, sia ad anticipo fisso, sia ad anticipo variabile.

GLI STRUMENTI NECESSARI
• CHIAVI A BRUGOLA DA 4 E 5 mm
• CHIAVE INGLESE 17 mm
• CHIAVE INGLESE 19 mm
• ESTRATTORE
• COMPARATORE
1
STEP
EASY
5 min

La prima azione da fare è togliere la candela. Qui, successivamente, andrà inserito il comparatore per effettuare la regolazione dell’anticipo. Prima, però, bisogna dedicarsi allo smontaggio dello statore e del rotore, che si trovano ruotando il motore dalla parte dell’accensione: l’elemento esterno è lo statore, la parte interna è il rotore. Il primo ha una forma ad “anello” ed è fissato al motore attraverso delle viti alloggiate in un’asola che consentono la sua rotazione per la regolazione dell’anticipo. Per rimuovere lo statore, dopo aver tolto il cavo che lo collega alla bobina, si procede svitando con una chiave a brugola da 4 mm le 4 viti che lo fissano al carter motore.

1

Togli la candela

Leggi tutto
2

Stacca il cavo che collega lo statore alla bobina

Leggi tutto
3

Togli lo statore

Leggi tutto
2
step
Normal
5 min

Tolto lo statore, ci si dedica al rotore, ovvero l’elemento cilindrico in alluminio fissato all’albero motore. Questo contiene al suo interno due poli magnetici, nord e sud, che, ruotando, interagiscono con gli avvolgimenti dello statore. Per smontare il rotore, si svita il dado di chiusura con una chiave da 19 e, poi, si utilizza l’estrattore (nel nostro caso quello dedicato alle accensioni Selettra), un attrezzo specifico da avvitare alla filettatura e che permette di liberare il rotore dall’accoppiamento.

4

Svita il dado di chiusura

Leggi tutto
5

Avvita l’estrattore

Leggi tutto
6

Togli il rotore

Leggi tutto
Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 500 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati