Magazine | Consigli dei Campioni
Marijn kremers: come gestire al meglio l’avvicinamento alla gara0%

IL PERFETTO
AVVICINAMENTO ALLA GARA

La vittoria non si costruisce solo in pista. Altrettanto decisivi per la buona riuscita del weekend sono i dettagli e le precauzioni da prendere prima della gara. Marijn Kremers, Campione del Mondo KZ 2019 con Birel ART, spiega accessori, procedure e strategie per non farsi trovare impreparati

1

SISTEMARE LA SEDUTA

“Prima di tutto bisogna sistemare il sedile. Io lo monto sempre nella posizione standard consigliata dal costruttore, senza inventarmi nulla, e ne scelgo uno che mi calzi a pennello. Non metto imbottiture: per me comodità vuol dire non “ballare” nel sedile. Se il busto è fermo non c’è da preoccuparsi per le costole, motivo per cui non faccio uso di protezioni (scelta legittima per un professionista, ma per piloti più giovani e meno esperti il corpetto rimane un accessorio fondamentale n.d.r.).
Il sedile è anche il componente su cui monto i pesi, se necessari: inizio da sotto e cerco di metterne la maggior parte davanti al serbatoio. Le zavorre si possono montare anche ai lati, ma sovraccaricare questa zona alzerebbe troppo il centro di gravità.

2

LA GIUSTA DISTANZA

Rimanendo in “ambito sedile”, in relazione vanno poi sistemati i pedali e il poggiapiedi: la distanza a cui devono essere montati i primi dev’essere tale da mantenere la gamba del pilota leggermente flessa, così da poter frenare senza sforzare troppo i muscoli, soprattutto a fine gara quando la fatica si fa sentire.

Avere la gamba piegata all’altezza del ginocchio aiuta inoltre ad avere più forza per spingere sul poggiapiedi, un accessorio senza il quale, personalmente, non riuscirei a guidare e per il quale spendo sempre qualche secondo in più per controllare che sia ben fissato.”

3

COMANDI AL VOLANTE

Con il KZ si parte da fermi e un cattivo spunto può anche compromettere l’intera gara: è per questo che, sui kart shifter, anche la leva della frizione gioca un ruolo importante. La prima parte della corsa non è fondamentale, mentre l’ultimissima porzione sì: qui si fa la differenza in partenza e bisogna regolarla in modo che non sia troppo lontana, altrimenti è difficile avere la giusta sensibilità.

Un accessorio che trovo utile tenere a portata di mano sul volante è il rubinetto che parzializza il ritorno della benzina al serbatoio. Può succedere, in una gara lunga, che la carburazione si smagrisca troppo, cosa che comporta un po’ di ritardo quando si apre il gas in uscita e anche quando si riaccelera dopo essere saliti di marcia. Ma con il rubinetto si può regolare la quantità di miscela nella vaschetta del carburatore e risolvere il problema. A me è capitato di usarlo anche durante la finale mondiale a Lonato, in particolare oltre la metà gara: attorno al 17°-18° giro ho ruotato la manopola di un click.”

4

DASHBOARD

“Sul dashboard tengo d’occhio solo 2 informazioni: gli intertempi e la temperatura dell’acqua. Gli intertempi sono un’informazione fondamentale, perché mi permettono di vedere dove sto migliorando o peggiorando nel corso di un determinato turno. Ma, soprattutto, mi fanno capire quale settore della pista sia il più importante nell’economia dell’intero giro, portandomi a fare le opportune valutazioni quando devo decidere il set-up.

Per tenere sotto controllo il motore, invece, uso solo la temperatura del liquido di raffreddamento, senza controllare la temperatura dei gas di scarico o della candela: l’obiettivo è mantenere l’acqua attorno ai 50 gradi. Se da un giro all’altro la temperatura passa, per esempio, dai 50° ai 55°, cerco di abbassarla con l’utilizzo della tendina. Se, invece, raggiunge i 75°, significa che il problema non è una carburazione magra, come si potrebbe essere portati a pensare, ma c’è sicuramente qualcosa che non va. Se sto girando in un turno di prove libere, torno immediatamente ai box per cercare il problema”.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO... E ALTRI
Abbonati adesso: soli €39,99 / 365 giorni / 450+ articoli
TKart Magazine
  • icone_icon-1-1 Multi dispositivo
  • icone_icon-2-1 Oltre 15 canali tematici
  • icone_icon-3-1 Ti abboni oggi e hai accesso anche a tutti i vecchi articoli
  • icone_icon-4-1 Continui aggiornamenti
  • icone_icon-5-1 Valido 365 giorni dall'attivazione
Dicono di noi
TKart Magazine
Registrati ora per un tour gratuito di 24 ore
*Campi richiesti

Registrati, inserisci i dati della carta di credito e prova gratis TKART Magazine per 10 giorni

  • Non avrai alcun addebito fino al termine della prova gratuita
  • Interrompi la prova quando vuoi, senza impegno
Continue Cancel

KREMERS E LONGHI: IL GIUSTO STILE DI GUIDA CON IL KART KZ