Scegli la lingua.
Tkart magazine

Consigli degli Esperti | Gli infortuni alle costole in kart: curarli e prevenirli

go down go up

DOLORI ALLE COSTOLE:
INFORTUNI E PREVENZIONE

Il kart è uno sport impegnativo, che richiede un notevole sforzo fisico, tanta concentrazione, resistenza e una buona dose di sopportazione del dolore. Guidare un kart non è certo tra le esperienze più confortevoli che si possono vivere e dolori e infortuni sono molto frequenti. In particolare, quasi tutti i kartisti hanno prima o poi a che fare con i dolori alle costole: una zona del corpo particolarmente delicata che va ben protetta e che, se infortunata, non va assolutamente trascurata.

1 Come mai gli infortuni alle costole sono così frequenti tra i kartisti?

Il motivo è presto detto: i kart, come noto, non hanno sospensioni e il pilota è incastrato in un sedile in vetroresina che fascia il busto.

In sostanza è come se kart e pilota formassero un unico sistema rigido nel quale la parte più fragile è proprio il pilota stesso: di conseguenza, ogni scossone, ogni cordolo preso, ogni eventuale contatto... finisce per scaricarsi sul costato.
Di conseguenza, ogni dolore che interessi questa parte del corpo risulta particolarmente fastidioso e va valutato con attenzione, sia prima di intraprendere un’eventuale cura, sia, soprattutto, prima di rimettersi al volante.

FASTIDI E INFORTUNI CHE INTERESSANO LE COSTOLE: INDOLENZIMENTO, PERIOSTITE, INFRAZIONE E FRATTURA
Riccardo Ceccarelli con la sua Formula Medicine da 30 anni assiste piloti e team

Il paracostole: alleato indispensabile per qualsiasi kartista

Leggi tutto

2 Iniziamo dal grado di infortunio minore

Prima ancora dell’infortunio bisogna considerare una cosa: in uno sport come il kart, il tronco del pilota, oltre a subire i contatti con il sedile rigido, deve compiere un notevole sforzo muscolare per cercare stabilità, non essendo aiutato da altri elementi come, per esempio, le cinture di sicurezza. Il male che si può normalmente provare alle costole dopo la guida, quindi, è un misto di microtraumi e normali dolori muscolari. Nulla che un po’ di riposo e, al limite, un antinfiammatorio, non possano far passare.

3 Se il dolore non passa, però?

Se si continua a sentire male, potrebbe esserci una periostite, ovvero una infiammazione del periostio delle costole, tessuto fibroso che unisce i muscoli alle ossa del costato. È dovuta sia ai continui traumi dati dal sedile, sia dai movimenti rapidi e violenti di contrattura del muscolo fatti per controllare il busto. In genere è un dolore ben localizzato, ma si può provare fastidio anche durante la respirazione. I farmaci antinfiammatori hanno un buon effetto su problemi di questo tipo. Nei casi peggiori si possono fare delle infiltrazioni locali. Un recupero completo si ha in 10-15 giorni.

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 500 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati