Guida ai telai CRG 2021

Guida ai telai CRG 2021

La direzione tecnica di CRG ha diffuso una guida ai propri prodotti della Linea Racing per orientare i clienti verso la scelta più adatta alle proprie esigenze. Lo sviluppo dei telai e accessori Racing è un compito che CRG assolve da sempre con la propria squadra corse (vincitrice di 22 Campionati del Mondo e 14 World Cup nella sua storia) e con la collaborazione diretta del pool di team esterni, che prendono parte ai Campionati Nazionali e monomarca. Si tratta di un lavoro basato su continui aggiornamenti tecnici che, a fine stagione, vengono trasferiti alla produzione di serie per l’anno successivo. Nonostante il Covid e il conseguente lockdown, la stagione del Karting Internazionale 2020 è stata molto intensa, così come quella dei principali Campionati Nazionali. La mole di lavoro è stata elevata e per la gamma dei telai 2021 questo sviluppo in pista si è concretizzato con molti piccoli aggiornamenti che hanno migliorato le performance di tutte le linee di telai CRG: Mini, Direct Drive e Shifter.

MINI. Il mercato delle categorie Mini negli ultimi anni ha registrato una crescente importanza nel panorama Karting. In primo luogo perché il passaggio sempre più anticipato in termini di età dei piloti all’automobilismo ha richiesto di anticipare per gli stessi anche l’esperienza nel Karting, che oggi è uno sport intrapreso a livello professionale già a partire dai 9 anni. In secondo luogo perché l’avvento nel 2020 delle omologazioni FIA anche per i telai Mini ha definito un mercato potenziale a livello internazionale molto ampio, richiamando l’interesse sempre crescente di tutti i costruttori. CRG in questo specifico segmento di mercato è da sempre protagonista con molti team esterni specializzati nelle classi Mini, ma nel 2020 ha costituito anche una sezione dedicata del proprio reparto corse cogliendo subito risultati di prestigio negli eventi WSK e in molti Campionati Nazionali. Il telaio di riferimento per CRG in queste categorie è il Black Mirror, realizzato con tubi da 28mm e geometrie tradizionali, che prevedono una doppia curva dei tubi all’avantreno. Questo telaio è allestito con equipaggiamenti tecnicamente di alta gamma, come l’impianto frenante VEN 12 e nuovi cerchi in magnesio. Il telaio Black Mirror offre un eccellente feeling ai giovani piloti in qualsiasi condizione di pista utilizzando un set up standard. CRG offre anche un’alternativa al Black Mirror con il modello Hero, caratterizzato da un disegno differente nella parte anteriore. Le differenze tra i due modelli secondo lo staff tecnico di CRG riguardano di più il feeling che può trovare il pilota piuttosto che la prestazione, che in molte occasioni si sono rivelate sostanzialmente simili.

DIRECT DRIVE. Lo staff tecnico di CRG indica nel modello KT2 realizzato con tubi da 30mm il telaio di riferimento per le classi OK Internazionali (Junior e Senior) e per le categorie Direct Drive dei principali Trofei di Marca (Rotax, Iame X30 e Rok). Il disegno della scocca convenzionale e gli accessori sviluppati per queste categorie lo rendono versatile con tutti i tipi di pneumatici e in tutte le condizioni di pista. I punti di forza del modello KT2 sono la facilità nel trovare il miglior set up e la facilità di guida, che permette al pilota anche alcune imprecisioni senza pregiudicare la prestazione. Anche nel caso delle classi Direct Drive, CRG ha ideato delle alternative: il modello KT2/4 e il modello KT4. Il primo è realizzato sempre con tubi da 30mm, ma ha un disegno della scocca leggermente diverso nella parte centrale e posteriore e offre maggiore grip in particolare sull’asse posteriore, mentre il modello KT4, oltre ad avere un disegno diverso, è realizzato con tubi da 30mm e 32mm. Queste varianti possono adattarsi meglio ad alcuni tipi di gomme e di piste, ma soprattutto allo stile di guida di alcuni piloti. Tutti i modelli Direct Drive sono commercializzati con i nuovi cerchi in magnesio prodotti da CRG, impianti frenanti VEN 11 e possono essere personalizzati per quanto concerne il set up con alcuni modelli di mozzi, fuselli e un’ampia gamma di assali.

SHIFTER. Il telaio di riferimento di CRG per le classi KZ è sempre il pluri titolato Road Rebel, realizzato con tubi da 32mm. Nel corso della stagione 2020 sono state portate leggere modifiche nella tipologia dei tubi e in alcuni accessori, interventi che hanno migliorato le prestazioni e reso questo telaio ancora più versatile con tutti i tipi di pneumatici. I punti di forza del telaio Road Rebel sono l’efficacia in frenata e la trazione, entrambe caratteristiche fondamentali nelle classi con il cambio. Road Rebel, inoltre, garantisce una lunga durata in termini di affidabilità e performance grazie alla scocca da 32mm, che consente di utilizzare questo kart anche per più di una stagione e di fargli mantenere un ottimo valore commerciale. Parallelamente al Road Rebel, CRG ha sviluppato molto nel 2020 anche un telaio con tubi esclusivamente da 30mm, denominato KT2/4, che si è rivelato eccezionale dal punto di vista della facilità di guida. Spesso questo aspetto è importante quanto la prestazione assoluta, soprattutto nei mercati Nazionali e nei Trofei monomarca, animati da piloti meno esperti rispetto ai professionisti delle gare internazionali. Anche in questo caso i tecnici CRG non evidenziano differenze in termini di performance, ma piuttosto sottolineano come i telai con tubi da 30mm possano adattarsi con più facilità a diversi tipi di pneumatici e offrire al pilota maggior facilità nel trovare il limite. Ovviamente un telaio da 30mm, per le sollecitazioni elevate a cui viene sottoposto nella maggioranza delle classi Shifter, garantisce una durata della scocca minore rispetto al Road Rebel. Nelle classi Shifter, CRG produce anche il modello KT4 con tubi da 30mm e 32mm, che si colloca a metà strada tra il Road Rebel e il KT2/4.

Per avere maggiori informazioni sulla gamma dei telai CRG 2021 è possibile contattare il proprio dealer di riferimento o rivolgersi al servizio clienti via e-mail: crg@kartcrg.com