La carburazione con il carburatore a membrana

La carburazione con il carburatore a membrana

Solitamente, nei motori da kart monomarcia sono impiegati due tipi di carburatori: a membrana o a vaschetta. Anche se hanno lo stesso compito (miscelare l’aria con il carburante), sono completamente diversi nel funzionamento. Analizziamo, qui, il carburatore a membrana, che ha il vantaggio di permettere la regolazione della carburazione direttamente in pista.

In sé, si tratta di un’operazione semplice, a patto di seguire determinate fasi e di effettuare qualche controllo prima di procedere con la carburazione vera e propria.

CONTROLLI PRELIMINARI
Perché la carburazione sia efficiente, bisogna che tutto il kart sia “a posto”: dal rapporto corona-pignone, adeguato al circuito, alla candela, del grado termico appropriato: solo così si possono sfruttare appieno le caratteristiche di erogazione del motore.
Va controllato anche che la guarnizione tra carburatore e pacco lamellare sia inserita con il foro per lo sfiato dalla parte corretta; a meno che si utilizzi una guarnizione a doppio foro che consente il montaggio su entrambi i lati.
I raccordi in gomma tra filtro e carburatore devono essere ben fissati dalle fascette metalliche, e va verificato che usura e sbalzi di temperatura non abbiano formato crepe e, quindi, infiltrazioni d’aria.
La miscela dev’essere della percentuale indicata dal costruttore del motore: un diverso rapporto olio/benzina modifica la carburazione e può causare rotture al motore.
Il filtro dell’aria deve essere pulito, per garantire una corretta aspirazione. È buona norma pulire la parte filtrante dopo ogni giornata in pista.

LA TEORIA
Nel carburatore a membrana la carburazione si regola tramite due viti a spillo: quella più vicina al motore modifica la carburazione ai bassi regimi, quella verso il filtro dell’aria regola gli alti. Le viti intervengono sui condotti del carburante: serrandole…(continua su TKART Magazine, nel canale COME FARE A…)

LA PRATICA (…)

LA VERIFICA (…)

CONSIGLI (…)

(continua su TKART Magazine, nel canale COME FARE A…)