WSK Super Master Series, Lonato: i vincitori

KZ2: Adrien Renaudin e Bas Lammers firmano l’uno-due Sodikart





Adrien Renaudin ha conquistato la vittoria nel round di apertura della KZ2 nella WSK Super Master Series che si è svolta al South Garda Karting di Lonato.
Nella pre finale A, Bas Lammers è stato il migliore a conquistare la vittoria davanti a Marjin Kremers (Birel ART / TM Racing / Bridg) e Adrien Renaudin (SodiKart / TM Racing / Bridg).
In prefinale B, Paolo de Conto (CRG / TM Racing / Bridg) è stato il migliore dopo una stretta battaglia con Alex Irlando (Birel ART / TM Racing / Bridg) e Giuseppe Palomba (Croc Promotion / TM Racing / Brdig).
Nella gara finale, forte, inizia Paolo de Conto che ha superato Bas Lammers nel primo giro. De Conto ha cercato di mantenere il ritmo da SodiKarts, ma non è stato possibile in quanto l’italiano ha perso il comando e ha chiuso in quarta posizione.
Lammers era in testa dopo aver sorpassato De Conto all’8 ° giro, ma il vantaggio è stato perso immediatamente con il suo compagno di squadra Adrien Renaudin che ha superato il pilota olandese e guidato fino alla fine della gara.
Bas Lammers è arrivato secondo mentre Marjin Kremmers del Birel ART Racing Team ha superato Paolo De Conto per l’ultimo gradino del podio.

OK: Patterson il più intelligente, vince a Lonato



Dexter Patterson vince in OK il secondo round della WSK Super Master Series.
Giornata intensa per la classe OK, con 2 manches, prefinale e finale. Come ieri, Gabriele Minì (Parolin / TM Racing / Vega) ha continuato il suo dominio nelle manches di qualificazione. Il pilota siciliano è stato il migliore dopo tutte le manches di qualificazione, conquistando la pole position per la prefinale A. Il pilota svedese Dino Beganovic (Tony Kart / Vortex / Vega) è stato il secondo miglior nelle manches di qualificazione, prendendo la pole position per la prefinale B.
Lorenzo Travisanutto (KR / IAME / Brdig) della HTP Kart Team ha vinto la prefinale davanti al pilota deò Tony Kart Racing team Noah Milell (Tony Kart / Vortex / Bridg) e lo spagnolo Genís Cívico (Crocpromotion / TM Racing / Bridg).
Nella prefinale B, Dino Beganovic ha dominato dal via fino alla bandiera a scacchi con un vantaggio di 1,5 secondi su Taylor Barnard (KR / IAME / Bridg) e Luigi Coluccio (Birel ART / TM Racing / Bridg).
La finale è stata una battaglia tra il campione del mondo Lorenzo Travisanutto, Noah Milell e Dexter Patterson.
Travisanutto ha preso il comando alla curva 1, mentre Dino Beganovic è partito male e si è piazzato in nona posizione. Nonostante questo lo Svedese è riuscito a rientrare per finire terzo in classifica generale.
Nel frattempo, in testa, Travisanutto è stato superato da Noah Milell al quarto giro. Lo svedese era alla ricerca della sua prima vittoria a livello internazionale, ma non è successo. Dexter Patterson ha avuto più ritmo e ha battuto tutti, ottenendo la vittoria davanti a Travisanutto e Beganovic.

OKJ: Jamie Day vince nella Junior il secondo round WSK Super Master



In prefinale A, Nikita Bedrin (Tony Kart / Vortex / Vega) è il più veloce. Il pilota russo non ha avuto rivali e ha vinto facilmente davanti a Andrey Zhivnov (Kosmic / Vortex / Vega) e Thomas Ten Brinke (FA Kart / Vortex / Vega). Nella prefinale B, Andrea Kimi Antonelli (KR / IAME / Vega) ha fatto lo stesso dominando dall’inizio alla bandiera, secondo classificato Artem Severiukhin (Tony Kart / Vortex / Vega) di Ward Racing mentre Ugo Ugochukwu (FA Kart / Vortex / Vega ) completato la top 3.
Nella finale Andrea Kimi Antonelli è partito dalla pole position e ha mantenuto il comando alla partenza. L’italiano è stato in grado di tenere Nikita Bedrin alle spalle per 7 giri, ma il pilota del Tony Kart Racing Team ha succesivamente battuto il pilota della Rosberg Racing Academy. Antonellisi ha dovuto inoltre fermarsi a riparare lo spoiler posteriore danneggiato.
Bedrin al comando della gara era seguito da Artem Severiukhin (Tony Kart / Vortex / Vega) a pochi decimi. Il pilota svedese nell’ultimo giro ha attaccato il pilota russo, scontrandosi. Entrambi i piloti hanno dovuto ritirarsi.
Questo ha dato la vittoria al pilota britannico Jamie Day (Exprit / Vortex / Vega) del Lennox Racing Team.L’inglese ha concluso davanti a Thomas Ten Brinke e Andrey Zhivnov.
Nella battaglia per il campionato, Andrea Antonelli è in testa con 94 punti grazie alla vittoria in pre finale. Ha 4 punti di vantaggio su Ten Brinke, mentre Chaves, che non si è classificato per la finale, è terzo in campionato con 5 punti in meno di Antonelli.

MINI: Al Dhaheri vince una gara con bandiera rossa



Rashid Al Dhaheri ha conquistato la vittoria nella categoria Mini dopo una finale di fotofinish con quattro piloti. Al Dhaheri grazie a questa vittoria a Lonato prende il comando della WSK Super Master Series.
Nella pre finale A, Rashid Al Dhaheri ha dominato la gara davanti a Andrea Filaferro ed Ean Eyckmans. Nella pre finale B, Akash Bohra ha vinto davanti a Alex Powell e Lucas Fluxá.
La finale ha avuto un brutto inizio con uno sfortunato incidente che ha coinvolto tre piloti: Tom Braeken (Baby Race Driver Academy), Dion Gowda (Baby Race Driver Academy) e Juan Francisco Soldavini (Novalux Racing Team).
L’incidente causò un’immediata bandiera rossa. La gara doveva essere fermata per quasi un’ora.
Quando finalmente è arrivata la bandiera verde, Rashid Al Dhaheri ha mantenuto il vantaggio dalla luce alla bandiera, ma non è stato un lavoro facile. Il pilota del Parolin ha dovuto mantenere il comando in una intensa battaglia nell’ultimo turno in cui ha tagliato il traguardo accanto a 4 piloti con solo 0,185 secondi di differenza tra Al Dhaheri e il quarto classificato.
Ean Eyckmans (Baby Race Driver Academy) è arrivato secondo davanti a Andrea Filaferro (Newman Motorsport) e Alex Powell (Energy Corse).