Gerasim Skulanov (Formula K Serafini – IPK – TM Racing)

Pneumatici: Vega

  • Gerasim Skulanov (Formula K Serafini – IPK – TM Racing) vince la seconda finale consecutiva della WSK Super Master Series e aumenta il vantaggio in campionato.
  • Il sorpasso che decide la gara arriva al quarto giro quando Skulanov, partito dalla seconda posizione ma scivolato fino in quarta, approfitta della bagarre scatenatasi tra Rashid Al Dhaheri (Parolin Racing Kart – Parolin – TM Racing) e Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team – Tony Kart –  Vortex), che in quel momento si stavano contendendo la testa della corsa.
  • Rashid Al Dhaheri prova inutilmente a ricucire il distacco con il russo dopo essersi liberato di Jimmy Helias che nel frattempo scivola in sesta posizione. Il pilota degli Emirati precede sul podio Dmitry Matveev (Energy Corse – Energy – TM Racing) che è invece autore di una partenza così così dalla Pole Position.
  • Termina ai piedi del podio la splendida rimonta di Simone Bianco (CRG – CRG – TM Racing): la nuova recluta di CRG recupera addirittura 16 posizioni, dopo che Jimmy Helias e James Egozi (Tony Kart Racing Team – Tony Kart –  Vortex) si (quasi) autoeliminano all’ultima curva dell’ultimo giro.
  • Jan Przyrowsky (AV Racing – Parolin – TM Racing) un altro protagonista di questo inizio di stagione è quinto davanti al Pole man Mark Kastelic (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) e Adam Hideg (Baby Race Driver Academy), 7° e con 8 posizini guadagnate.
  • Enzo Tarnvanichkul (Energy Corse – Energy – TM Racing) si porta fino in 8° posizione dopo essere partito 21° e precede Guillaume Bouzar (Parolin Racing Kart – Parolin – TM Racing) e Yuampu Cui (Gamoto – Tony Kart – TM Racing)
  • Maciej Gladysz (Parolin Racing Kart – Parolin TM Racing) è dodicesimo mentre German Foteev  (Energy Corse – Energy – TM Racing) è 23° dopo aver chiuso la prefinale in ultima posizione anche a causa di una penalità

Risultati completi

 

 

©Photo: Sportinphoto