WSK Open Cup: Turney (OK), Stenshorne (OKJ) e Tsolov (Mini) dominano a Castelletto

Con il disputarsi della maggior parte delle Qualifying Heats, la giornata di oggi è stata ricca di spettacolo, grazie anche dalle sempre mutevoli condizioni meteorologiche. La pista, bagnata al mattino, si è asciugata rapidamente, cosa che ha causato non pochi grattacapi ai piloti OK una volta arrivato il momento di decidere quali pneumatici mettere sui loro kart.

OK: Turney e Barnard dominano

La giornata inizia all’insegna della chiara supremazia di Taylor Barnard (KR / Iame / Bridg), che domina la Heat A-C nonostante una penalità di 5 secondi. L’inglese vince ugualmente grazie al passo tenuto nei primi giri con la gomma slick, quando la pista era ancora in condizioni di bagnato e Oleksandr Partyshev (Tony Kart / Vortex / Bridg) era al comando.

Nella Heat B-D, dopo una partenza concitata, Joseph Turney (Tony Kart / Vortex / Bridg) prende il comando, mantenendolo fino alla bandiera a scacchi guidando sul bagnato. Dopo di che, Turney si scontra con Barnard nella manche A-D, conclusa con la vittoria per il pilota Kart Republic, mentre Lorenzo Travisanutto (Tony Kart / Vortex / Bridg) subisce il suo primo ritiro con Tony Kart.

Alla fine della giornata, in mezzo al caos iniziale della Heat B-C, il pilota della RS Competition, Bastian Buus (Tony Kart / Vortex / Bridg) prende la testa nel primo passaggio. Una situazione che favorisce alcuni piloti come Luigi Coluccio (Kosmic / Vortex / Bridg), Pedro Hiltbrand (Tony Kart / Vortex / Bridg) e Kirill Smal (Tony Kart / Vortex / Bridg), vincitore al termine di una intensa battaglia con Coluccio

Ma nonostante il dominio di Taylor Barnard, sarà Joseph Turney a partire dalla pole position nella prefinale.

Risultati completi

OKJ: Antonelli domina e sbaglia a Castelletto, Stenshorne guida la classifica

È Calle Bergman (Tony Kart / Vortex / Vega) a partire dalla pole position nella A-E, ma nonostante ciò, il pilota svedese non riesce a tenere a bada Robert de Haan (Energy / TM Racing / Vega), che lo supera per il comando.  De Haan che, comunque, non sarà il vincitore alla fine, dovendo cedere ad Artem Severiukhin (Tony Kart / Vortex / Vega), che supera l’olandese per la vittoria della gara dopo aver ricucito il distacco accumulato all’inizio.

Una battaglia ripetutasi anche nella Heat D-E, con De Haan  vincitore davanti al belga Lorens Lecertua (FA Kart / Iame / Vega), penalizzato per una posizione errata del musetto anteriore.

Quindi nella Heat C-D, il nuovo pilota Rosberg Racing Academy, Martinius Stenshorne (KR / Iame / Vega) domina la gara. Allo stesso modo, nella batteria A-B, il suo compagno di squadra in Kart Repiublic, Andrea Kimi Antonelli (KR / Iame / Vega) si dimostra inarrestabile. Il norvegese e l’italiano si ripetono rispettivamente nelle batterie A-D e B-E. Ma nella Heat B-C Antonelli, quando era in testa da solo, commette un errore che lo costringe al ritiro, regalando la vittoria a Marcus Amand (KR / Iame / Vega) .

La Heat A-C  Bergman scatta dalla pole position, ma non riesce a impedire che Alexander Gubenko (Kosmic / Vortex / Vega) prenda il comando. La testa della corsa viene poi conquistata anche da Cristian Bertuca (Birel ART / TM Racing / Vega), ma sarà l’americano Ugo Ugochukwu (FA Kart / Vortex / Vega) a volare verso la vittoria dopo aver passato l’italiano.

Con il ritiro di Antonelli, Stenshorne è in pole position per la prefinale A, con Robert De Haan in pole position per la prefinale B.

Risultati completi

Mini: Matveev e Tsolov dominano nella classe Mini

La giornata inizia con una grande vittoria per il pilota giapponese Keane Nakamura (Tony Kart / Vortex / Vega), proprio sul suo compagno di squadra Jimmy Helias (Tony Kart / Vortex / Vega) nella Heat A-E. Helias prova a riscattarsi con la batteria A-B, ma anche questa volta, nonostante sia stato al comando per  prima metà della gara, il francese viene battuto dal pilota thailandese Enzo Tarnvanichkul (Parolin / TM Racing / Vega).

Tarnvanichkul vince anche la Heat B-E in un finale di fotofinish con Yanpu Cui (Tony Kart / TM Racing / Vega).

Nella Heat C-D, il russo Dimitry Matveev (Energy / TM Racing / Vega) domina davanti ad Anatoly Khavalkin (Parolin / TM Racing / Vega). La supremazia di Matveev continua con la vittoria della Heat A-C, conquistata dopo aver recuperato da una brutta partenza. Il pilota Energy Corse termina una giornata perfetta vincendo nuovamente nella Heat il B-C contro Tarnvanichkul.

Il bulgaro Nikola Tsolov (Parolin / TM Racing / Vega) si impone nella Heat D-E  sul suo compagno di squadra, Kiano Blum (Parolin / TM Racing / Vega), autore di una straordinaria rimonta. Per Tsolov arriverà anche un’ altra vittoria nella heat A-D, con un margine di oltre 4 secondi su Rashid Al Dhaheri (Parolin / TM Racing / Vega).

Risultati completi

PH: Sportinphoto