Winter Cup – OK: Joseph Turney trionfa dopo una irresistibile rimonta

Winter Cup – OK: Joseph Turney trionfa dopo una irresistibile rimonta

Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart/Vortex) vince la Winter Cup nella categoria OK. L’inglese batte il Campione del Mondo in carica Lorenzo Travisanutto (Tony Kart Racing Team – Tony Kart/Vortex), chiude terzo l’esordiente Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport – KR/IAME).

Pneumatici: Bridgestone

  • Il britannico Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart/Vortex) sbaraglia la concorrenza partendo dalla undicesima casella dello schieramento e completa una rimonta che ha dell’incredibile già quando mancavano ancora 8 giri alla conclusione, prendendo il comando della corsa da Robert De Haan ( Energy Corse – Energy/TM Racing)
  • L’olandese di casa Energy è parso avere tutte le carte in regola per lottare per la vittoria finale, conducendo la gara per 8 giri. Dopo il sorpasso di Turney però, arriva anche quello di Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport – KR/IAME) e di Lorenzo Travisanutto (Tony Kart Racing Team – Tony Kart/Vortex) che lo fanno scivolare al 4° posto finale.Sono proprio questi due a salire sul podio alle spalle di Joseph Turney. 
  • Travisanutto, secondo, si deve arrendere al compagno di squadra dopo essere scattato dalla Pole. Il pilota del Tony Kart Racing Team non concede nulla ad Andrea Kimi Antonelli. Il giovane esordiente è comunque autore di una prova eccezionale: prima recupera posizione dopo posizione dopo essere stato vittima di una cattiva partenza e poi lotta ad armi pari con il due volte Campione Del Mondo in carica.
  • Conclude quinto il mattatore del weekend Nikita Bedrin (Ward Racing – Tony Kart/Vortex) ma questa volta a rovinare la Winter Cup  del russo è stata la sfortuna, che si è messa in mezzo con un ritiro nella Super Heat.
  • Luigi Coluccio (Kosmic Kart Racing Department – Kosmic Kart/Vortex) in 6° dopo che  nelle prime battute è apparso anche in grado anche di insidiare Travisanutto per il secondo posto. Dietro di lui si piazza Kirill Smal ( Energy Corse – Energy/TM Racing) che dopo la pole e le vittorie nelle Heats sicuramente si aspettava di più da questo fine-settimana, rovinato anche da un contatto nelle Super Heat che gli impedisce di concludere la gara.Edoardo Ludovico Villa (TBKart – TBKart/IAME) è subito dietro di loro e porta nuovamente il telaio TBKart nelle prime posizioni.
  • In nona e decima posizione concludono altri due piloti che con le loro rimonte si sono resi protagonisti di questa Finale. Il primo è Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team – Tony Kart/Vortex), che con questa performance riscatta lo zero rimediato nella Super Heat. L’altro è Taylor Barnard (Rosberg racing Academy – KR/IAME), la cui rimonta però parte da ancora più lontano, addirittura dalle Qualifiche a cui non ha preso parte. Oltre alle 10 posizioni recuperate oggi (14 se non fosse per un penalità di cui è vittima anche Hiltbrand), l’inglese strappa anche il giro più veloce della gara. 
  • In 11° posizione troviamo James Wharton (Parolin Racing – Parolin/TM Racing) che pasticcia un po’ all’inizio come Josep Maria Martì (KR Motorsport – KR/IAME) solo 14°
  • Recuperano rispettivamente 8 e 9 posizioni Jamie Day (Leclerc By lennox Racing – Birel ART/TM Racing) e Nikolas Pirrtilahti ( Birel ART Racing – Birel ART/TM Racing) che concludono in 18° e 25° posizione dopo un fine settimana difficile.

?Final results

©Photo: Sportinphoto