Vortex – un primo, un secondo e un terzo posto ad Adria

Arriva subito una vittoria per Vortex al primo round della WSK Super Master Series disputata all’Adria Karting Raceway. Pedro Hiltbrand si impone in OK, mentre Ugo Ugochukwu è secondo in OKJ e Jimmy Helias terzo nella MINI

OK
È Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team) ad aggiudicarsi il primo round della WSK Super Master Series al termine di una Finale in cui la lotta per il primo posto rimane viva dall’inizio alla fine. La potenza del nostro Vortex DST si rivela cruciale nel corso delle Qualifying Heats per permettere a Pedro di recuperare 26 posizioni in classifica; quindi, in finale, lo sostiene nella progressione con la quale si porta al comando dalla quinta casella del via.
Grande protagonista del weekend di Adria è anche Joseph Turney (Tony Kart Racing Team): candidatosi per il successo finale dopo la vittoria di due Heats e della prefinale, nell’ultima gara della domenica l’inglese, partito dalla pole, riesce a rimanere al comando per 17 giri, ma sfortunatamente perde posizioni a seguito di una collisione chiudendo sesto.
Anche Thomas Ten Brinke (Ricky Flynn Motorsport) si mette in luce, arrivando a occupare la seconda posizione in Finale prima di doversi ritirare. Peccato, perché l’olandese aveva tutte le carte in regola per fare bene, come dimostrato con il secondo posto ottenuto nella prefinale.

OKJ
Si contano ben 13 Vortex DJT sullo schieramento della Finale della OKJ. Tra questi c’è quello di Ugo Ugochukwu(Ricky Flynn Motorsport), che arriva sul secondo gradino del podio dopo essere stato anche al comando della gara. Per l’americano, che in finale partiva dalla sesta posizione, l’ottimo weekend disputato conta anche una vittoria e un secondo posto nelle manches.
L’altro nostro motore che sfiora la vittoria è quello di Karol Pasiewicz (Tony Kart Racing Team), vincitore della prefinale è poi 4° in finale dopo essere stato a lungo in testa alla gara. Nel corso del weekend il polacco si dimostra uno dei piloti più veloci del gruppo, segnalandosi come il migliore dei motorizzati Vortex in qualifica, con il quarto tempo, e mettendo in fila quattro giri velociuna vittoria e due secondi posti nelle Heats.
Alexander Gubenko (Kosmic Kart Racing Department), 9° con ben 10 posizioni recuperate, completa l’elenco dei piloti spinti da motori Vortex in top ten.
Le altre vittorie marchiate Vortex del fine settimana arrivano per mano di Artem Severiukhin (Ward Racing), che si aggiudica due Heats e fa registrare altrettanti giri veloci.
Da segnalare, infine, i podi conquistati nella Finale B dai motori DJT di Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport), 2°, e Flavio Olivieri (Newman Motorsport), 3°.

MINI
Alla sua prima gara, il nuovo propulsore Vortex MCX centra subito un podio grazie al terzo posto di Jimmy Helias(Tony Kart Racing Team), conquistato al termine di una brillante rimonta dalla nona posizione. Il francese fa tesoro delle prestazioni del nostro motore nel corso di tutto il fine settimana, senza mai concludere una manche fuori dai primi dieci. Nella top ten della finale compare anche l’esordiente Kai Sorensen (Tony Kart Racing Team): ottavo al traguardo dopo aver raccolto anche un secondo e un terzo posto nelle Heats. Splendida, infine, la rimonta di James Egozi (Tony Kart Racing Team) che nella gara decisiva si mette alle spalle 13 piloti.