Tony Kart – Campioni d’Europa KZ

Tony Kart – Campioni d’Europa KZ

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”20″]

Non poteva aver un miglior epilogo il Campionato Europeo CIK-FIA 2016 per il Racing Team.

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”20″]

[one_half]

[dropcap]N[/dropcap]on poteva aver un miglior epilogo l’ultima prova di Campionato Europeo CIK-FIA 2016 per il Racing Team. Sul circuito belga di Genk abbiamo vinto gara e Campionato Europeo KZ con Marco Ardigò.
La conferma del titolo europeo di KZ (eravamo campioni in carica) è stata arricchita dalla vittoria ottenuta nell’ultimo round della OK da Clément Novalak.

KZ. E’ stato un appuntamento all’apparenza lineare quello corso sull’impegnativo circuito belga. Ci siamo presentati a Genk con il primato in classifica di Marco Ardigò, il quale ha siglato la pole, vinto entrambe le heats (con tanto di best lap) e, soltanto in pre finale, ha avuto una apparente flessione, concludendo in seconda posizione.
Il nostro pilota e tutto lo staff del Racing Team hanno lavorato alacremente portando i formidabili Racer 401 motorizzati RKZ ad un livello di competitività ed affidabilità impeccabile, così in finale Marco ha ristabilito le gerarchie prendendosi la testa della gara al settimo passaggio e non l’ha più lasciata. La seconda vittoria, su tre gare, ottenuta in questo Europeo consegna al nostro pilota il quinto Campionato continentale, il primo nella categoria con il cambio. Quelli di Ardigò, sono stati tutti titoli ottenuti con materiale e team OTK Kart Group.
La costanza di rendimento dei nostri mezzi e del nostro pilota è evidenziata dalla presenza di Ardigò sempre sul podio, oltre ai successi (Essay e Genk), Marco è salito sul podio anche nell’appuntamento di Zuera e questo titolo bissa la vittoria ottenuta nel 2015, nello stesso campionato e nella stessa categoria. Un primato che è innegabile motivo di soddisfazione per i membri del Racing Team.
KZ standings >

OK. Nella gara belga ha corso da protagonista assoluto Clément Novalak, il quale ha chiuso le heats con un eccellente secondo posto e si è confermato al vertice andando a vincere la pre finale-2.
In finale Clément ha sfoderato la sua bravura, sfruttando al meglio un mezzo perfetto e dopo uno start difficile, in cui è scivolato al quinto posto, ha spinto senza demordere, riuscendo a prendere la testa della gara, definitivamente, al quindicesimo giro.
La meritata vittoria di Novalak è stata accompagnata sul podio dalla presenza di un altro Tony Kart-Vortex, quello di Alexander Smolyar (Ward Racing). Ottima è stata la prestazione degli altri nostri due piloti, Jean Baptiste Simmenauer, giunto sesto dopo una efficace rimonta, e il tredicesimo posto di Guido Moggia.
[/one_half]

[one_half_last]
Quest’ultimo ha recentemente compiuto il difficile salto di categoria, dalla OKJ alla OK, e si sta ambientando perfettamente alla nuova classe, al punto da aver corso una delle pre finali più avvincenti del weekend belga. Partito tredicesimo, Guido ha compiuto dieci sorpassi in pre finale, chiudendola al terzo posto e conquistandosi la terza fila nello schieramento della finale.
OK standings >

KZ2. Il risultato complessivo del fine settimana della categoria con il cambio ha visto due Tony Kart-Vortex sul podio. I piloti a salire sul podio sono stati John Norris (KSM Schumacher Racing Team) e Paolo Besancez (Team Goudant). Analizzando la prestazione nel dettaglio il risultato non premia la qualità del nostro materiale e di quelle dei team che impiegano nostri prodotti, la cui prestazione poteva essere superiore.
Per quanto riguarda il pilota del Racing Team Luca Corberi, questi godeva di ampie chance di ben figurare in finale, ma è stato estromesso nelle primissime battute della finale, gara in cui scattava in sesta posizione, dopo aver condotto heats sempre tra i primi e chiuso la pre-finale al terzo posto.
Per il nostro pilota è così sfumata ogni opportunità di potersi giocare il titolo europeo.
Le delusioni hanno toccato anche team che impiegano materiale di nostra produzione, come nel caso di Leonardo Lorandi (Tony Kart-Vortex. Baby Race srl), il quale ha finito al terzo posto, ma è poi stato penalizzato per un’infrazione in regime di bandiere gialle.
KZ standings >

OKJ. Nella classe cadetta i nostri piloti hanno avuto un fine settimana a fasi alterne e, come molto spesso accade in questa categoria, la maggior parte dei loro avversari era al volante di materiale made in Prevalle.
Charles Milesi ha vinto una delle heats, chiudendo la prima fase di qualificazione al sesto posto assoluto. Vidales e Marseglia hanno pagato leggermente la disputa di una heats poco fortunata, nella quale entrambi sono rimasti attardati.
In pre finale tutti e tre i nostri piloti hanno corso ottimamente, in particolare Marseglia e Vidales hanno recuperato alcune posizioni guadagnandosi, rispettivamente, la settima e ottava fila nella griglia della finale. Milesi è scattato dalla casella numero venti.
In finale la bagarre per il successo parziale, e per il titolo, ha visto confrontarsi Kenneally (FA-Kart-Vortex. Ricky Flynn Motorsport) e Martins (Kosmic Kart. VDK Racing). Ad aggiudicarsi la gara è stato quest’ultimo, mentre il titolo europeo lo ha vinto Kenneally.
OKJ standings >

[/one_half_last]

[box type=”shadow”] Fonte: OTK Kart Group news@otkkartgroup.com[/box]

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”10″]