Spettacolo e big alla ROK Final

E’ stata una fantastica giornata piena di gare ed emozioni, con 26 heats in programma tutto è scorso in modo impeccabile, sotto il segno dello spettacolo e del divertimento alla South Garda.

Tra i nomi che hanno lasciato il segno oggi ci sono due Junior Rok, lo svizzero Bizzozero e l’italiano Bosco, capaci di imporsi in due heats. Anche il polacco Szczurek, nella Senior, è riuscito nella non facile impresa di vincere due volte.
Tra le gradite presenze nel paddock Rok, oltre ai big già presenti (Barrichello, Fittipaldi, Trulli e Badoer) è arrivato Ralph Schumacher.
Domani tutti coloro che non avranno la fortuna di seguire le gare da bordo pista, potranno godersi le finalissime a partire dalle 12.40 in live streaming tv.

JUNIOR ROK.
Oggi la Junior Rok ha confermato di essere una delle categorie più agguerrite in pista. La categoria cadetta della Rok ha disputato sei heats, tutte incerte, vinte da Franzoso, e Sabella che hanno bissato le vittoria di ieri.
Due heats nella stessa giornata le hanno vinte, come detto in apertura, Bizzozero e Bosco, con quest’ultimo che fa tris, avendone già vinta una ieri.
I conti si chiuderanno soltanto domani mattina con altre tre heats rimanenti per definire lo schieramento della finalissima.

MINI ROK.
Cimenes, Pasiewich, Trulli, Gallo e Wharton sono i vincitori delle gare valevoli per la serie 1. Stenshorne, Soltatov, Badoer, Ressico e Kucharczyk hanno vinto le hates della serie 2.
Sono stati in grado di bissare il successo della prima giornata i soli, Trulli, Badoer e Kucharczyk. Pertanto in sedici heats disputate in due giorni si sono avuti dodici vincitori diversi e domani si correranno le ultime quattro heats (due per ciascun gruppo).

SENIOR ROK.
Con due vittorie spettacolari, in altrettante heats, il polacco Szczurek si è inserito tra i favoriti, al pari dei fratelli Szyszko.
Oggi il nome Szyszko non è mancato dal vertice di una delle classifiche, infatti Maciej ha vinto la prima gara di qualifica della giornata.
Il predominio dei Rokker polacchi è stato suggellato dalla vittoria di Mila nell’altra heat, a dimostrazione che domani i conti andranno fatti con questi piloti. L’ultima heats se l’è presa l’italiano Carenini, ex campione internazionale Junior Rok e candidato ad un posto al sole in mezzo all’armata polacca.

SUPER ROK.
Dopo il dominio della prima giornata di Gaglianò, polemen e vincitore della heat, nelle due gare odierne è salito, prepotentemente, al vertice, D’Abramo, autore di due vittorie.
Gaglianò è stato sfortunato protagonista della prima heat, ma si è riscattato nella seconda, tenendo il ritmo del vincitore D’Abramo.
Bene anche Russo, Brigatti e Mazzotti, comunque ancora un po’ staccati dalla coppia di testa.

SHIFTER ROK.
Albanese ha confermato il suo stato di grazia anche oggi, dominando la prima heat, ma nella terza heat è stato fermato da un formidabile Buran. Proprio Buran è stato particolarmente sfortunato nelle gare iniziali, infatti si è ritirato tutte e due le volte mentre era in lotta per il successo.
Marcon, campione in carica, si è imposto nella seconda heat, grazie anche ad una penalità doppia che ha colpito Cinti e Milell, giunti nelle prime due posizioni.
Rubens Barrichello ha fatto vedere tutta la sua classe, chiudendo al secondo posto con una gara tutta all’attacco. L’ex F1 ha fatto anche oggi una bella rimonta, compiendo nove sorpassi e viaggiando al ritmo dei migliori.

Report – Day 3 – Rok Cup International Final 2017

Fonte:www.vortex-rok.com