Sodi World Finals 2018: completo successo in Italia

“Tradotto con il traduttore di Google”

Per il primo evento al di fuori della Francia, l’ottava edizione delle Sodi World Finals è stata un grande successo dal 14 al 16 giugno 2018 sul circuito italiano di Lignano. Quasi 300 piloti provenienti da 40 nazioni di tutti e cinque i continenti sono stati lieti di partecipare al più grande evento di karting per il tempo libero del mondo perfettamente organizzato dallo staff Sodikart con il supporto del team del circuito. I tre giorni di fantastiche gare su un bellissimo circuito con tempo splendido sono finiti in grande stile in una cerimonia di chiusura eccezionale nel cuore di Venezia.

“Questa edizione italiana della SWS World Final sarà ricordata per molto tempo!”, Ha detto Bertrand Pignolet, il direttore di Sodikart. “Vorrei congratularmi con lo staff Sodikart e il team del circuito di Lignano per la loro eccezionale organizzazione. Tutto era a posto per il divertimento dei migliori piloti di kart del mondo qualificati tramite la SWS nel loro paese. L’atmosfera è stata particolarmente intensa e calda durante questa competizione e ringrazio i partecipanti e i loro compagni per questo grande momento di karting. Volevamo dare un segnale forte riguardo all’internazionalizzazione di SWS ed è stato un grande successo “.

L’ampio e veloce circuito di Lignano è stato perfetto per l’evento con le sue strutture di alta qualità che offrono una vista panoramica dell’intera pista agli spettatori che sono venuti in gran numero. Per le prime Finali Mondiali di Sodi organizzate fuori dalla Francia, la sede di Lignano era l’ideale. Per finire, il ristorante italiano ha soddisfatto le aspettative di tutti durante l’evento.

Logisticamente, il leader mondiale nel kart ha fornito un servizio all’altezza della sua reputazione. Sodi ha fabbricato 100 kart appositamente calibrati dallo staff tecnico dello stabilimento Sodikart e da uno specialista di prestigio, il pilota Sodi Alex Irlando, vincitore del Campionato del Mondo KZ2 2017. Un mix sistematico e casuale di kart tra ogni corsa garantiva un’indiscutibile correttezza alle corse.
 
Sprint Cup: Kenny Robles vince la Super Finale
La Sprint Cup 2018 ha dato vita a numerosi combattimenti e colpi di scena sul circuito di Lignano per tutte le 16 gare del programma utilizzando le potenti Sodi RX 250. 74 partecipanti provenienti da 29 nazioni miravano al primo premio. Tre diversi piloti hanno lasciato il segno nelle manche: Lucas Urbani (FRA – Cormeilles Racing Kart), Mickael Mota (FRA – Aerokart) e Denny Görsdorf (DEU – Sax Racing Center Leizig). Nel World Masters Super Final, la suspense non ha mai vacillato. Lucas Urbani ha guidato per oltre metà gara, seguito da Ruben Conceição (PRT – Kartodromo di Viana do Castelo), poi Andrejs Laipnieks (LVA – 333) e Guillaume Lequin (FRA – Racing Kart JPR Ostricourt). Ma un perdente, Kenny Robles (FRA – Brignoles Karting) è tornato dall’11 ° posizione dopo una collisione davanti a lui all’inizio e alla fine ha preso il controllo a quattro giri dalla fine. La battaglia stava imperversando sul podio ed è stato infine Mickael Mota a conquistare il 2 ° posto con il giro più veloce davanti a Lucas Urbani. Georgi Vankov (BGR – Karting Track Lauta) e Andrejs Laipnieks hanno completato i primi cinque di questa corsa selvaggia.

Celebrazione russa con Vasilenko in Junior e Zhobolov in Junior Kid
39 partecipanti provenienti da 21 paesi hanno gareggiato alla guida della nuovissima Sodi LR5 200cc, particolarmente adatta all’età dei giovani piloti che erano divisi in Junior e Junior Kid in base alle loro dimensioni.

Zhobolov il vincitore in Junior Kid
Tom Delfosse (BEL – Karting Eupen) ha vinto la prima manche, poi è stato il turno di Oleg Zhobolov (RUS – Primo Karting) e Mikhail Evmenenko (RUS – Primo Karting) di vincere negli altri due. La World Masters Final è stata dominata dal perfetto accordo tra i due piloti russi, Zhobolov proprio davanti a Evmenenko per un forte doppio. Per il 3 ° posto, Justin Adakonis (USA – On Racing Racing Brokkfield) ha infine sconfitto Fraser Brunton (GBR – Buckmore Park).

Coppa Junior per Vasilenko
Bastien Meunier (FRA – Kartland), Aleksandr Vasilenko (RUS – Mayak) e Nicolo Soffiati (ITA – AFFI Kart Indoor) hanno condiviso le tre manche Junior, ma Andrea Ceccato (ITA – AFFI Kart Indoor) è arrivato secondo nella classifica del suo connazionale Soffiati . A partire da 3 °, Vasilenko ha fatto uscire Soffiati dal 1 ° posto nella World Masters Final al secondo giro e ha resistito perfettamente alla pressione di Ceccato per vincere la gara decisiva di una lunghezza. Meunier ha trovato l’apertura su Soffiati nell’ultimo giro ed era sul terzo gradino del podio.

Endurance Cup: i belgi di Modave PPS vincono al traguardo
Le 40 migliori squadre della disciplina hanno gareggiato per 12 ore con nuove regole adattate al loro livello, introducendo 12 pit stop con cambi sistematici di kart e conducenti pesati ad ogni fermata. Sarebbe difficile fare di più in termini di uguaglianza sportiva.

Cine Cascade di Skof (FRA – RKC) ha conquistato la pole position in qualifica a meno di 2 decimi dal Sunlife Racing Team (ITA – Lignano Circuit) e Racing BH (BHR – Bahrain International Kart). L’inizio della gara di 12 ore era alle 10 di venerdì dopo i fuochi d’artificio. La battaglia è stata molto serrata durante le prime ore di gara, i leader sono rimasti raggruppati in pochi secondi, mentre i rigori hanno iniziato a calare. La gestione dei pit stop darebbe quindi un nuovo volto all’evento. Red Racing (ITA – Fun Race), Kart & Diem (FRA – Circuito Internazionale di Essay), Racing BH, Modave Racing PPS (BEL – East Belgium Action) e PFV Infinity (ITA – Circuito di Pomposa) hanno gareggiato per i primi posti. Il Team Nutria (ITA – Circuito di Pomposa) e Scratck KC (JPN – Kisarazu Circuit) si sono uniti durante la notte, mentre Modave PPS e Red Racing hanno avuto un lungo duello.

Al mattino presto, la classifica ha preso un’altra svolta in base alle diverse strategie di pit stop. La gerarchia si stava finalmente evolvendo man mano che il traguardo si avvicinava. I primi tre hanno terminato il test raggruppati in meno di 30 ”. Dopo 625 giri percorsi (750 km), i PPS Modave Racing (Kevin Carpasse, Grégory Morin e Fabio Paleschi) hanno vinto la Endurance Cup 2018 davanti a Red Racing (Julien Azzopardi, Stéphane Panepinto, Michele Santolini e Marco Zipoli), seguiti entro 4 ” di PFV (ITA – Misano Adriatico) di Boris Bouvier, Carlo Alberto Capello, Edgard Kanah e Fabio Torri, che avevano anticipato i loro pit stop. PFV Infinity e Ciné Cascade di Skof completano i primi cinque. Il podio ha premiato i vincitori nei 30 ” dopo il traguardo.

Gli ospiti si sono recati a Venezia sabato sera a bordo di un vaporetto noleggiato da Sodikart per partecipare a un’insolita cerimonia di chiusura. La cena di gala è stata servita presso il Westin Europa e Regina, un prestigioso hotel ristorante vicino a Piazza San Marco, proprio di fronte alla Basilica di Santa Maria della Salute. I vincitori sono stati celebrati durante una cerimonia di premiazione particolarmente benestante, mentre gli organizzatori hanno assaporato il loro successo come evidenziato dalle brillanti recensioni di molti partecipanti.

Era il 2018, la più bella SWS World Final? Certamente, ma solo fino al prossimo anno!