Rotax Max Challenge International Trophy: un successo incredibile per la prima edizione

Rotax Max Challenge International Trophy: un successo incredibile per la prima edizione
, , , , , Rotax Max Challenge International Trophy, LE MANS, International Race, © KSP Reportages

[tradotto con il traduttore Google]

Grazie alla collaborazione con 3MK Events e l’Automobile Club de l’Ouest (ACO), BRP-Rotax ha avuto un successo indiscutibile con il lancio del suo nuovo evento di livello mondiale sul circuito di Le Mans. Quasi 300 piloti, 44 paesi, cinque continenti, organizzazione impeccabile, un circuito magnifico, gare elettrizzanti, un’atmosfera magica, premi e molto altro, hanno portato i partecipanti felici a tornare con un sorriso e con un desiderio più grande che mai di continuare il loro programma di corse di kart nelle categorie Rotax. L’obiettivo è stato raggiunto a Le Mans dal 20 al 24 agosto 2019.

C’è stato bel tempo per l’attesissimo debutto del Rotax Max Challenge International Trophy. L’atmosfera amichevole e festosa è stata brillante durante i cinque giorni di gara, mentre le gare si sono svolte in condizioni ideali. La presenza di molti team importanti e dei professionisti più rinomati ha ulteriormente rafforzato lo standard e la serietà della competizione, offrendo a tutti gli appassionati l’opportunità di competere in un nuovo evento internazionale di altissima qualità sul proprio kart nel cuore dell’estate.

Infine, i migliori sono stati premiati con premi mozzafiato: due quad Can-Am DS 90 offerti ai vincitori Micro e Mini Max, integrati da quattro inviti per le Rotax MAX Challenge Grand Finals in Italia (Sarno) ad ottobre per Junior, Senior, Vincitori DD2 e DD2 Master. Ai piloti al 2 ° posto nelle sei categorie sono stati assegnati i motori Rotax MAX e il 3 ° con i voucher Rotax per € 1000.

Due sorteggi aperti a tutti i partecipanti hanno offerto l’opportunità di vincere due emozionanti Can-Am Rykers! Un’altra lotteria riservata ai piloti Rotax Senior, DD2 e DD2 Masters ha dato loro la possibilità di prendere parte a un’esperienza eccezionale: un’introduzione all’aerobatica.

La competizione stessa ha attraversato cinque intensi giorni durante i quali sono state contestate 42 manches di qualificazione prima di concludere con sei prefinali e non meno di dieci finali per offrire il massimo tempo in pista e il divertimento competitivo.

PELLEMELE OSCAR, SENIOR, F, SODI / ROTAX / MOJO, CHRISTOPHE PELLEMELE, Rotax Max Challenge International Trophy, LE MANS, International Race, © KSP Reportages

Micro: Strauven dalla qualificazione alla finale
I 32 piloti dagli 8 agli 11 anni hanno gareggiato sul proprio telaio insieme a un nuovissimo motore Rotax Micro MAX fornito dall’organizzazione utilizzando il sistema di lotteria Rotax Engine. Thomas Strauven (BEL – Exprit – GKS Lemmens) ha conquistato la pole position in Qualifica, il suo compagno di squadra Lenn Nijs (BEL – Exprit – GKS Lemmens) ha dominato le qualifiche e Juliusz Ociepa (POL – CRG – KRK Racing) ha vinto la Prefinale. Dopo un’intensa battaglia, Nijs ha superato Strauven mentre si avvicinavano all’ultimo giro, ma è stato successivamente penalizzato per la sua manovra e quindi classificato 2 ° dietro Strauven. Ociepa era terzo sul podio, seguito da Christopher El Feghali (LBN – KR – Dan Holland Racing) e Alejandro Umana (COL – Exprit – GKS Lemmens).

Poulain vince in Mini
Equipaggiati con i motori Rotax Mini MAX con lo stesso sistema di lotteria di Micro, i bambini dai 10 ai 13 anni hanno offerto alcune battaglie difficili. Valentin Hervas (FRA – Birel ART) è stato il più veloce in qualifica, Augustin Bernier (FRA – KR – PB Kart) ha preso il comando nelle manches e nella Prefinale contro il suo rivale Jolan Raccamier (FRA – Birel ART). Raccamier e Bernier hanno concluso 1 ° e 2 ° in finale, ma sono stati successivamente squalificati e Arthur Poulain (FRA – KR – PB Kart) è stato infine dichiarato vincitore davanti a Piotr Czaja (POL – Energy – V Kart Racing Team) e Valentin Hervas. Birch Kristensen e Tom Braeken (BEL – Parolin – SP Motorsport) sono arrivati ​​4 ° e 5 °.

Reinardts vince la finale junior
Con i suoi 84 piloti dai 12 ai 16 anni, la categoria Junior non mancava di dinamismo o entusiasmo. Mike Van Vugt (NLD – Exprit – JJ Racing) era l’eroe con il suo costante dominio in Qualifiche, Heats e Prefinale. Ha anche vinto la finale prima che un rigore spoiler lo abbia portato al sesto posto. Finendo 2 °, Thom Reinaerdts (BEL – Exprit – GKS Lemmens) è stato quindi dichiarato vincitore davanti a Oli Pylka (POL – FA Kart – Dan Holland Racing), mentre Joran Leneutre (FRA – Redspeed) è arrivato 3 °. Dani Van Dijk (NLD – Exprit – JJ Racing) e Kai Hunter (GBR – FA Kart – Dan Holland Racing) hanno completato i primi cinque.

Bruynseels ha evidenziato nelle finali senior
Con 91 partecipanti, il concorso Senior MAX si è rivelato entusiasmante per i numerosi spettatori di Le Mans. César Gazeau (FRA – FA Kart – RM Concept) ha dominato la prima parte durante le qualifiche e le manches. Quindi Illian Bruynseels (BEL – Tony Kart – Bouvin Power) ha vinto la Prefinale e la Finale con un vantaggio di 2,6 ” su Gazeau che stava lottando per ridurre il divario. Lewis Gilbert (GBR – Tony Kart – Strawberry Racing) si è assicurato il 3 ° posto seguito da Guilherme De Oliveira (PRT – Kosmic – KR Sport) e Charles Tesnière (FRA – Kosmic) che hanno guidato una grande gara per completare la top 5.

Meritata vittoria DD2 per Munaretto
Luca Munaretto (ITA – Birel ART) è stato il personaggio principale dell’RMCIT nella Rotax DD2 con la sua pole position e il suo dominio nelle manches. Paolo Besancenez (FRA – Sodi) ha preso il comando in prefinale, ma Munaretto ha vinto la finale con un comodo distacco. Penalizzato per il suo spoiler, Besancenez è sceso al 5 ° posto mentre Dionisios Liveris (GRC – Tony Kart – Daems Racing Team) si è classificato 2 °, Matthias Njeim (LBN – Birel ART – Birel Middle ART East) 3 ° e Ville Villiainen (DNK – Tony Kart – RS Competition ) era 4 °.

Mangé premiato in DD2 Masters
Sebbene Carl Cleirbaut (BEL – Tony Kart – Bouvin Power) abbia conquistato la pole position in DD2 Masters, Romain Mangé (FRA – Tony Kart – Malevaut Sport) è tornato al centro della scena nelle manches ed è stato imbattibile sia in Prefinale che in Finale contro Slawomir Muranski (POL – Tony Kart – 46 Team), mentre Rudy Champion (FRA – Sodi) era sul terzo gradino del podio finale davanti a Roberto Pesevski (AUT – Sodi – KSCA Sodi Austria) e Scott Howard (AUS – Sodi) .

I risultati completi dell’RMCIT 2019 a Le Mans, insieme al collegamento YouTube al video Livestream delle finali del pomeriggio di sabato e molte altre informazioni sulla prima edizione di questo nuovo entusiasmante evento, sono disponibili sul sito ufficiale all’indirizzo www.rmc-internationaltrophy.com 

Informazioni su Rotax MAX Challenge International Trophy

Il Trofeo Internazionale Rotax MAX Challenge – la più recente aggiunta al fantastico mondo delle corse Rotax MAX Challenge con partecipanti da tutto il mondo – è un ulteriore evento globale del calendario Rotax MAX Challenge. 3MK Events in collaborazione con BRP-Rotax ha organizzato questo evento speciale sul leggendario circuito internazionale di Le Mans Karting riunendo molti piloti che volevano avere l’opportunità di competere con altri da tutto il mondo usando la propria attrezzatura personale e le loro consuete o preferite squadra.