Rok Sicilia. A Melilli c’è anche la Super

La Junior Rok ha mostrato numeri e vitalità agonistica con più di un pilota...

La Junior Rok ha mostrato numeri e vitalità agonistica con più di un pilota capace di mettersi in mostra nella gara siciliana di Melilli. La Super ha esordito mostrando un potenziale ottimo. Greco, Guarneri e Pellegrino sono i primi vincitori 2018 e tra tre settimane (4 Marzo) ci sarà il secondo round a Minoia.

MINI ROK. GUARNERI INIZIA ALLA GRANDE
Il girone siciliano ha proposto la Super Rok nel suo calendario e nella gara di apertura la categoria ha subito riscosso un buon seguito.
Alessio Guarnieri ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, conquistando bottino pieno, con pole position e doppia vittoria, in pre finale e finale.
Alle spalle del vincitore si sono scambiati le posizioni Matteo La Rosa e Kieian Galea, con quest’ultimo che è arrivato secondo in finale.
Classifica

JUNIOR ROK. PELLEGRINO RIBALTA IL PRONOSTICO
Alla vigilia della gara il referente del girone Sicilia, sig. Maurizio Capuzzo, si attendeva numeri interessanti e gare avvincenti dalla categoria cadetta. Le premesse della viglia sono state rispettate in pieno e sul circuito di Melilli gli Junior Rok hanno fatto un ottimo esordio stagionale.
Giuseppe Ciulla è scattato dalla casella numero uno e ha vinto la prefinale su Andrea Di Caro. In finale il pronostico è saltato ed i due della prima fila, Di Caro e Ciulla, sono affondati, con Ciulla che ha subito anche la squalifica.
La vittoria è andata a Giacomo Pellegrino che l’ha spuntata di soli due decimi su Alessandro Sugameli, mentre è giunto più staccato il terzo, Pietro Karol Falzone.
Pellegrino, oltre al successo finale e alla leadership provvisoria in campionato, ha incassato anche il best lap della gara con 45.068.
Classifica

SUPER ROK.
E’ stato ottimo l’esordio nella Rok Sicilia della Super, con sei piloti in griglia e un solo leader, Alessandro Greco, imprendibile in questo primo round.
La gara degli inseguitori è stata più equilibrata ed ha visto al secondo posto Davide Caruso, che ha preceduto Antonio Puglisi e Jonathan Zammit (secondo in prefinale).
In gara c’è stata anche una Lady, Gaia Valenti, a corollario di una categoria che potrà progredire ulteriormente nelle prossime tappe.
Classifica