Rok Cup Italia. Al via la 10° edizione

Rok Cup Italia. Al via la 10° edizione

L’apprezzamento ricevuto dalla Rok Cup Italia in questi anni è stato tanto e il traguardo delle 10 candeline non arriva casualmente.
Sull’Adria Karting Raceway scenderanno in pista in duecento e tra loro ci sono alcuni dei Rokker più titolati della storia della categoria. Al fianco dei titolati ci saranno moltissimi che vogliono mettere nel loro palmares il prestigioso alloro Rok.

MINI ROK. TANTISSIMI E SEMPRE PIU’ BRAVI
In pista la sfida sarà tra oltre settanta (ad oggi sono 76) Mini Rokker, tutti scatenati, velocissimi e determinati. Tra loro spiccano due temerarie lady, Chiara Palmisano (#524) e Greta Pizzagalli (#575), entrambe in pista per puntare in alto. Non mancheranno due campioni di area, Jacopo Giuseppe Cimenes (Sud #550) e il polacco Kucharczyk Tymoteusz (Nord #539).
Fare pronostici e scegliere una rosa di possibili vincitori, è semplicemente impossibile. Il livello dei nostri piloti è alto, anzi altissimo, e l’unica cosa su ci scommettiamo, è che la gara si deciderà soltanto negli ultimi metri.

JUNIOR ROK. SCHIERAMENTO SPETTACOLARE!
La Junior ha un’entry-list semplicemente spettacolare, con nomi di grande rilievo. Avremo due campioncini saltati dalla Mini Rok in grande stile, Federico Cecchi e Pietro Delli Guanti. Il primo è il Campione Internazionale ed il secondo divenne, lo scorso settembre, re della Mini Rok, proprio ad Adria.
Non mancherà il campione del Centro, Pierluigi Domenicone e tutti i protagonisti assoluti dei gironi Nord e Centro.
La Junior vanta anche un bel poker di Lady in gara, tutte terribilmente veloci. Le Rokker saranno guidate dalla vincitrice assoluta del Lady Rok Trophy, Gaia Cardinali (#118), affiancata da Giada Meneguz (#106), Miriana Ancilla Capella (#125) e Francesca Raffaele (#128).
Non dimentichiamo che proprio la Mini Rok e la Junior Rok nel corso degli anni sono state la palestra di alcuni dei migliori talenti del motorsport italiano, pertanto, teniamo sotto controllo questi giovani di classe.

SENIOR ROK. UN TRICOLORE PER UNO STRANIERO?
Nel corso della stagione uno dei motivi di maggior interesse della Senior è stato l’avvincente confronto tra i Rokker italiani ed i forti polacchi. Alla fine è stato proprio Maciej Szyszko (#211) a spuntarla ed ora è proprio lui uno dei candidati più accreditati al titolo.
Maciej se la dovrà vedere, tra gli altri, con il fratello Szymon (#212), già campione internazionale Rok nel 2015, e con due svizzeri che nella Rok hanno sempre fatto grandi cose, i fratelli Muller, Tanja (# 202) e Michael (#203).
La lista dei pretendenti al titolo è lunghissima ed include i campioni di area 2017, Alessio Bacci (Centro – #219) e Alessandro Montanaro (Sud – #221). Non vanno trascurati neanche gli ex campioni internazionali Alessio Costantini (#235) e Danny Carenini (#236), vincitori, rispettivamente, della Rok (2011) e della Junior Rok (2015). Così come non possiamo non tenere in grande considerazione due che il tricolore se lo sono già aggiudicato una volta, Domenico Cicognini (#214) e Cristian Comanducci (#224).
Dulcis in fundo le Rokker in rosa, anche qui grintose oltre ogni limite di guardia. Alla già citata Lady Muller si affiancheranno Rebecca Guarguaglini (#222), Karolina Janicka (#230), Camilla Zamboni (#231) e Chiara Zorzi (#237).

SUPER ROK. UN FAVORITO SU TUTTI?
Il mattatore del girone Nord, Mattia D’Abramo (#301), parte con i favori del pronostico, ma i rivali di tutta la stagione sono in agguato. In particolare ci riferiamo al giovane Alessandro Brigatti (#304), a Giuseppe Gaglianò (#306) , Fabrizio Boldoni (#303) e Matteo Chiari (#309).
Della partita saranno anche il campione centro, Gianluca Dingli (#305) ed il campione tricolore Senior Alessandro Trombelli (#312).

ROK SHIFTER. TRIPUDIO DI TITOLI
La Rok con il cambio vanta il maggior numero di titoli in gara. Oltre ai campioni di area, Stefano Di Bari (Centro – #403), Danilo Albanese (Nord – #416) e Jacopo Vanelli (#418), scenderanno in pista ben cinque campioni internazionali. Si tratta di Jacopo Guidetti (Rok Junior 2016 – #406), Riccardo Cinti (Super 2016, 14 e 13 – #410), Cristopher Zani (Shifter 2012 – #411), Nicola Marcon (Shifter 2016 – #422) e, ancora, Albanese (Super Rok 2015 e Rok 2014).
La sequenza di vittorie internazionali è ulteriormente arricchita dai nove titoli Rok Italia vinti, in diverse categorie, da Cinti, Zani, Gabriele Bensi (#413), Albanese e Marcon.
Alla lista dei Rokker dal palmares pesante dobbiamo aggiungere nomi di giovani piloti che hanno una gran fame di vittoria e spingeranno molto forte quali: Alessandro Buran (#401), Michele Imberti (#402), Marco Bonfanti (#404), Federico Squaranti (#407) e Francesco Comanducci (#415).

Fonte:www.rokcup.com