ROK Centro. I campioni sono loro…

L’ultimo round della Rok Centro, sul Circuito di Siena, è stato apertissimo ed i campioni 2019 sono arrivati dopo gare tirate allo spasimo. In particolare nella Mini Rok il titolo è stto assegnato tra due grandi Rokker, Ianniello e Pacini.

Bicciolo aveva già il titolo in tasca della Rok Expert alla vigilia dell’evento ed ha corso per onore di firma, in vista del più impegnativo appuntamento di Adria, con la Rok Cup Italia.
Nelle altre categorie a vincere sono stati il rookie della Mini, Pecoraro, il bravissimo outsider della Junior, Bellandi ed il campione in carica della Senior, Zuccante. Ma chi sono i campioni? Scopriamo i loro nomi.

MINI ROK. IANNIELLO AL FOTOFINISH
La prefinale ha sorriso a Ianiello, il quale, dalla pole è stato marcato dal rivale in campionato, Pacini, giunto secondo.
In finale la bagarre è stata tutta tra i due pretendenti al titolo, Pacini e Ianiello. Il primo si è presentato da leader se pur con lo svantaggio di dover scartare un risultato, mentre Ianniello è partito per l’ultimo round con la consapevolezza di poter incamerare tutti i punti utili, poiché aveva già saltato un evento (utile come scarto).
La sfida tra i due Rokker si è sviluppata tra sorpassi e contro sorpassi con Pierozzi e Pecoraro che inseguivano a distanza, potendo soltanto assistere alle evoluzioni dei due sfidanti.
Tra un sorpasso ed una manovra di disturbo, Ianniello e Pacini, sono finiti fuori gioco al sesto passaggio. Il contatto tra i due ha lasciato via libera verso il successo a Pecoraro e consegnato la piazza d’onore a Pierozzi.
Ianniello dopo essere riuscito a ripartire è tornato al comando della gara ma è stato retrocesso al terzo posto a causa del musetto fuori sede. Nonostante i 5 secondi di penalità, Ianniello è salito sul terzo gradino del podio ed ha fatto suo il titolo della Rok Centro 2019.
Pacini ha taglia il traguardo quinto, vedendo sfumare il titolo di area per uno scarto di 21 punti.
Pecoraro si è aggiudicato la prima gara della sua, ancor breve, carriera e si è messo in testa la corona di Rookie 2019. 

JUNIOR ROK. CHIURATO CONFERMA IL PRONOSTICO, MA CHE LOTTA!
La Junior Rok, alla vigilia, lasciava poche chances a Fantozzi, ma il Rokker laziale non si è perso d’animo e ha reso la vita molto difficile al futuro campione Chiurato.
In prefinale è stato proprio Fantozzi a comandare la corsa, inseguito da Chiurato, sino a quando i due si sono agganciati, lasciando via libera verso la vittoria a Belmonte.
In finale il duello tra Fantozzi e Chiurato si è ripetuto, con i due che si sono confrontati per la vittoria assieme a Bellandi. Nel terzetto di testa Fantozzi e Bellandi sono stati particolarmente attivi, mentre Chiurato, terzo, li ha studiati, pensando anche al campionato.
Negli ultimi due giri la gara si è decisa, con Fantozzi che ha preso il comando e Bellandi che ha subito risposto, andando a vincere con merito. Il neo campione di area, Chiurato, non si è lasciato scappare l’opportunità di salire al secondo posto, approfittando di un’incertezza di Fantozzi durante la bagarre con Bellandi. 

SENIOR ROK. ZUCCANTE SI CONFERMA CAMPIONE.
Zuccante ha spazzato via la tensione della viglia siglando la pole e vincendo la prefinale in modo netto.
In finale è sempre stato Zuccante a prendere la testa della corsa davanti all’altro pretendente al titolo, Mezzetti, a Ortenzi e a Sisti.
A metà della finale Ortensi ha confermato che l’incidente dello scorso weekend ad Adria era già un lontano ricordo e, dopo aver infilato Mezzetti, si è lanciato all’inseguimento del battistrada Zuccante.
Il tentativo di Ortensi di andarsi a prendere la seconda vittoria stagionale è stato respinto da Zuccante, il quale ha risponde in modo netto lasciando l’avversario al secondo posto.
Con il terzo successo stagionale Zuccante si è confermato campione di area, proiettandosi verso la Rok Cup Italia con il morale alle stelle.
Sul podio, al terzo posto, è salito Mezzetti, autore di un campionato in crescendo, lui che ha debuttato nelle corse soltanto ad inizio 2019.