RMCGF – Report della seconda giornata

Giornata molto attesa e molto calda del 20 ° Rotax MAX Challenge Grand Finals (RMCGF) qui al Circuito Internazionale di Napoli a Sarno. Dopo l'importantissima camminata al tramonto di ieri sera, oggi è stata un'atmosfera elettrizzante nella tenda dei piloti prima che potessero fare i loro primi giri sui loro kart.

[tradotto con il traduttore Google]

Atmosfera perfetta in pista qui a Sarno oggi – forse a causa dell’incontro al Welcome Party di ieri sera, in cui abbiamo visto le qualifiche del concorso MOJO Tire Changing e il tradizionale contest Team in cui i piloti e il loro team si presentano per vincere questo premio speciale. Le foto sono online adesso e le votazioni sono aperte sulla nostra pagina Facebook fino a sabato, alle 11:00 “GO FOR IT” e vota per la tua squadra del cuore qui.

Oggi abbiamo anche avuto la possibilità di fare una breve chiacchierata con Justin Stefani, Managing Partner di J3 Competition che sta supportando la classe 125 Mini MAX con il telaio CompKart: “Eravamo un po ‘nervosi ma anche eccitati la mattina prima dell’inizio delle prime manche , ma tutto è andato bene e i piloti, così come il nostro team, sono abbastanza soddisfatti di questo primo giorno. È un grande onore per noi essere scelti come Chassis Partner per la 125 Mini MAX e avere l’opportunità di far parte di questo evento speciale. ”

Per noi di Rotax, è anche un grande piacere essere supportati dai nostri partner ufficiali Chassis, alcuni dei quali da molti anni. In questa occasione un grande ringraziamento a BirelART, IPKarting (Praga), Sodikart e, naturalmente, al nuovo CompKart per averci supportato.

Ma ora parliamo degli eventi in pista oggi:

Micro MAX
Il sole sorse sul Circuito Internazionale di Napoli a 16 gradi Celsius con pochissimo vento la prima sessione dell’evento ebbe inizio. Proprio alle 8:48 i motori Micro MAX sono stati avviati e hanno colpito quella che era una pista molto verde. Il primo pilota in pista dell’evento del 2019 è stato il numero 27 Juliusz Ocipepa. Con 15 minuti per le prime sessioni della giornata, i piloti stavano imparando sempre di più ogni giro mentre la pista si stava lentamente afferrando. La sessione si è conclusa con Christian Costoya Sanabri il più veloce con un tempo di 1: 12.755.

La seconda sessione per i kart Micro MAX è iniziata poche ore dopo. A questo punto la temperatura era salita a 26 gradi e gli automobilisti avevano un vento in coda all’inizio / fine dritto.
La maggior parte dei piloti è riuscita a completare 7 giri nella sessione di 8 minuti con il tempo più veloce di nuovo andando al kart numero 2 Christian Costoya Sanabri a 1: 10.337, appena 0,094 davanti a Tommie Van Der Struijs

L’ultima sessione di Micro MAX è stata guidata dal numero 5 Jay Urwin che ha completato un giro in 1: 10.147. È stato seguito da Christian Costoya Sanabri in 1: 10.155 e Juliusz Ociepa con un 1: 10.315.

Domani Micro MAX tornerà in pista per le prove libere di qualificazione 4 alle 8:48 (CET).

Mini MAX
Mini MAX è iniziato con Costa Toparis che è scesa in pista per la prima volta nel kart 108. Alla fine della sessione di 15 minuti, Toparis era 2 ° a 1: 07.579 con un gap di 0,229 rispetto al pilota neozelandese Sebastian Manson (1: 07.350 ).

Tutti gli occhi erano puntati su Manson dopo che il suo ritmo iniziale era passato alle prove di Non Qualifica 2. Manson ha effettuato il suo miglior giro all’inizio della sessione (1: 06.419) seguito da Toparis (1: 06.436) proprio come prima. Tuttavia, Jayden Thien, Andy Ratel e Troy Snyman sono stati tutti in grado di mettere a segno tempi migliori. Thien ha concluso la sessione più velocemente con un tempo di 1: 06.262, 0.103 di vantaggio su Ratel al 2 °.

Nella pratica 3 è stato Andy Ratel a segnare il miglior tempo della giornata per un totale di 1: 05.837. Al 2 ° posto c’era Kacper Turoboyski che ha segnato un tempo di 1: 06.012, e al 3 ° è stato Jolan Raccamier il cui giro più veloce è stato di 1: 06.015 a soli 0.003 dietro Turoboyski.

Mini MAX tornerà domani per le prove libere di qualificazione 4 alle 9:01 (CET).

Junior MAX
Con 72 piloti iscritti per la classe Junior MAX, le sessioni sono state suddivise in numeri dispari e numeri pari. Con la presa della pista che migliora giro dopo giro, la maggior parte dei piloti ha effettuato i suoi migliori giri alla fine della sessione. Nel gruppo dispari, è stato Sacha Maguet a impostare il ritmo a 1: 02.494 seguito da Mike Van Vugt che ha gestito un 1: 02.55 al 13 ° giro.
I piloti con numero pari sono stati i prossimi e hanno beneficiato della sessione precedente che ha disposto un po ‘di gomma, Tomass Stolcermanis è riuscito a impostare un tempo di 1: 02.402 seguito da vicino da Marcel Surmacz a soli 0,032 secondi alla deriva (1: 02.434)

In pratica 2 è stato di nuovo Maguet dalla Francia, che ha segnato il tempo più veloce per i kart con numero dispari (1: 01.290) e Clay Osborne dalla Nuova Zelanda, che è arrivato primo nel gruppo pari con un 1: 01.056

L’ultima sessione Junior MAX è stata completata dal numero pari Jason Leung con 1: 00.936 seguito dal compagno numero pari Tomass Stolcermanis a 1: 00.988. Noam Abramczyk, il primo dei kart a numero dispari nel 3 ° assoluto con un tempo di 1: 01.072. Il quarto posto complessivo è andato al numero dispari di Mike Van Vugt e Clay Osborne che hanno entrambi fissato un tempo di 1: 01.118.

Junior MAX tornerà in pista domani mattina a partire dai kart dispari alle 9:14 (CET).

Senior MAX
Senior MAX aveva 72 autisti iscritti e anche le sessioni divise in numeri pari e dispari.
Elia Galvanin ha fissato il ritmo al numero 371 con un tempo di 1: 00.613 seguito da Paul Fourquemin (1: 00.737) e Matteo Richter 3 ° con un tempo di 1: 00.859.
I kart con numero pari sono seguiti con Axel Saarniala il più veloce in un tempo di 1: 00.534 seguito da Mario Novak che ha impostato un 1: 00.711 e Kairo Kivi che ha impostato un tempo di 1: 00.745 per il 3 °.

Nelle prove non qualificanti due per i kart Senior MAX è stato Aleksander Bardas a segnare il ritmo con un miglior tempo di 1: 00.408 seguito da Paul Fourquemin del gruppo dispari che ha fissato un tempo per metterlo al 2 ° posto assoluto (1: 00.553) . È stato seguito da Elia Galvanin che è arrivato 3 ° assoluto (1: 00.573).

Con la pista buona come sta per arrivare a 24 gradi e un vento in poppa all’avvio / arrivo dritto, i piloti Senior MAX sono partiti per le sessioni di prove finali della giornata. Nella sessione dispari, è stato Elia Galvanin a prendere il primo posto con un tempo più veloce di 1: 00.128 seguito da Clayton Ravenscroft 1: 00.258 e Paul Fourquemin che ha gestito un 1: 00.291.
Il gruppo pari è stato superato da Shogo Endo con un tempo di 1: 00.302 seguito da Aleksander Bardas che ha gestito un 1: 00.351 e Tereza Babickova che è arrivato terzo con un 1: 00.395.

Senior MAX ricomincerà domani alle 9:40 (CET) con i kart a numero dispari che usciranno prima dei pareggi.

DD2 Masters
Henrijs Grube ha stabilito il ritmo per i DD2 Masters in Non Qualifying Practice 1 con un tempo di 59.874 con Antti Ollikanien al 2 ° con un 1: 00.143, rendendoli gli unici kart con numero dispari ad essere più veloci dei kart con numeri pari del mattino.
Il gruppo pari è stato superato da Arto Savenius con 1: 00.437 e Luis Ignacio Valenzuela a soli 0,015 secondi dietro con 1: 00.452

Nella seconda prova non qualificante è stato Antti Ollikainen a segnare il ritmo con un 59.858 seguito da vicino da Henrijs Grube che è stato a soli 0,058 secondi con un 59,916. Primoz Matelic ha completato i primi tre nella classe dispari e nel complesso con un 1: 00.134.
I numeri pari erano guidati da Nicholas Verheul con un 1: 00.295 esattamente un decimo di secondo più veloce di Arto Savenius con un 1: 00.395.

La sessione finale per DD2 Masters è stata nuovamente guidata da Grube & Ollikainen. Con Grube che ha chiuso la giornata a 59.828 e Ollikainen a 1: 00.055, i kart con numero pari erano di nuovo più lenti dei numeri dispari ed era Nicholas Verheul nel kart 540 il cui miglior tempo era un 1: 00.187 con Arto Savenius che finiva in 2 ° con un 1: 00,344

DD2 Masters tornerà domani dalle 10:06 (CET) a partire dai kart dispari

DD2
Anche la classe DD2 è stata divisa in gruppi dispari e pari. Denis Thum ha fissato il ritmo per i numeri dispari con un tempo di 59.597 secondi seguito da vicino da Petr Bezel che ha impostato un tempo di 59.611 secondi a soli 0.014 secondi da Thum. I kart con numero pari erano guidati dal kart 472 Cristian Trolese, il cui tempo più veloce è stato di 59.666 seguito da Ragnar Veerus il cui giro più veloce è stato di 59.834.

Nella pratica non qualificante 2 dispari è stato Petr Bazel a rubare il primo posto da Xander Przybylak con un tempo più veloce di 59.494 contro i 59.572 di Przybylak. I kart con numero pari erano guidati da Luca Munaretto (59.342) contro Ryan Kennedy (59.594).

I kart DD2 sono stati le sessioni finali qui al Circuito Internazionale Napoli, concludendo la prima giornata di gare alle Rotax MAX Challenge Grand Finals 2019. Fu Nicolas Picot a prendere il primo posto di Luca Munaretto, con non solo il tempo più veloce della sessione, ma il momento più veloce dell’evento finora con un giro di 59.252 contro il 59.259 di Munaretto. Ancora una volta, per la classe DD2, i numeri pari erano leggermente più lenti (59.335) guidati da Petr Bezel.

DD2 ricomincerà domani alle 10:32 (CET) a partire dal gruppo dispari.

DEKM
Gli e-kart Rotax THUNDeR inizieranno le sessioni di allenamento domani alle 14:00 (CET)

GIRI VELOCI
Micromax: 1: 10.147 | Jay Urwin | N. 5 | NZL
Minimax: 1: 05.837 | Andy Ratel | N. 128 | FRA
Junior Max: 1: 00.936 | Jason Leung | No. 224 | PUÒ
Senior massimo: 1: 00.128 | Elia Galvanin | N. 371 | ITA
DD2: 59.252 | Nicolas Picot | N. 458 | FRA
DD2M: 59.828 | Grube Henrijs | No. 559 | LVA

Resta sintonizzato per i nostri prossimi rapporti giornalieri, che ti portano all’intensa azione dell’RMCGF!

Per ulteriori informazioni sulla Rotax MAX Challenge, visitare il nostro sito Web.