Le manches di Val Vibrata confermano ai vertici i protagonisti del Campionato Italiano ACI Karting

In KZ2 Celenta conquista una doppietta nelle due manches di qualificazione, grazie anche ad un ritiro di Giuseppe Palomba. Bella lotta in tutte le categorie di questa sesta prova del Tricolore. Domenica diretta TV su AutoMotoTV e in streaming.

Sant’Egidio alla Vibrata, 25 agosto 2018. Le manche di qualificazione della sesta prova del Campionato Italiano ACI Karting a Val Vibrata di sabato 25 agosto e necessarie per definire le griglie di partenza della prima serie di finali di domenica 26 agosto, hanno confermato la competitività dei migliori piloti che si erano messi in evidenza nelle prove cronometrate di venerdì, non senza però qualche sorpresa.

Fra i 160 piloti iscritti impegnati sul circuito di 1.050 metri di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo), era attesa una bella sfida al vertice, e così è stato, iniziata sotto un gran sole e temperatura rovente, attenuata in serata da un forte e improvviso acquazzone.

In KZ2 il primo a dare clamorosamente forfait nella partenza della prima manche è stato proprio il leader di classifica, Giacomo Pollini (Formula K-Tm), partito male dalla seconda fila e coinvolto subito in un incidente, insieme a Danilo Albanese (Tony Kart-Vortex) e la compagna di colori Natalia Balbo (Formula K-Tm). Ad approfittare della situazione sono stati i primi due piloti dello schieramento che hanno preso il largo, Francesco Celenta (Praga-Tm) che è riuscito a sfilare il poleman Giuseppe Palomba (Intrepid-Tm), mentre Flavio Sani (Maranello-Tm) è stato l’altro grande interprete di questa gara piazzandosi al terzo posto. Eccellente anche la rimonta di Simone Cunati (CRG-Tm) da 14mo a quarto, e la buona prova di Francesco Iacovacci al debutto con Maranello Kart quinto sul traguardo della prima manche. La seconda manche ha riservato una sorpresa negativa a Palomba, costretto al ritiro per la rottura del filo dell’acceleratore poco dopo essere andato in testa con un gran sorpasso su Celenta. Con Palomba fuori causa, a vincere è stato ancora Celenta, questa volta davanti a un grande Simone Cunati, con Flavio Sani ancora terzo. Quarto Francesco Iacovacci, quinto Davide Forè (BirelArt-Tm), sesto Filippo Berto (CRG-Tm).

In KZ3 Junior ha dominato il poleman Roberto Cesari (Formula K-Tm) in tutte e due le manches. Nella prima delle due manche Cesari ha preceduto Francesco Temperini (Tony Kart-Tm) e Lorenzo Petrucci (CRG-Tm), mentre nella seconda manche in seconda e terza posizione hanno terminato rispettivamente Nicolò Zin (KR-Tm) e Fabrizio Del Brutto (CRG-Tm).

In KZ3 Under la prima manche ha vissuto sul dominio dell’autore della pole position, Emanuele Simonetti (Tony Kart-Tm), mentre nella seconda manche è stato Alessandro Cavina (Parolin-Tm) ad aggiudicarsi la gara, con Simonetti secondo e Sirio Costantini (Intrepid-Tm) terzo. Filippo D’Attanasio (Formula K-Tm), che si era piazzato secondo nella prima manche, nella seconda manche è terminato quinto. Fra i migliori anche Alessio Zanotti (Maranello-Tm), quarto in ambedue le gare.

In KZ3 Over un bel risultato è riuscito ad ottenerlo Riccardo Loddo (CRG-Tm) già autore della pole position e vincitore della prima manche, mentre qui Roberto Profico (Tony Kart-Tm) inizialmente ha dovuto accontentarsi della seconda posizione, con l’altro Loddo, il fratello Jonni (CRG-Tm) terzo. Profico è riuscito però a riscattarsi vincendo la seconda manche, con i due fratelli Loddo sempre protagonisti, Riccardo secondo e Jonni terzo. In questa seconda gara Claudio Tempesti (CRG-Tm) ha recuperato bene dalle prove fino a piazzarsi in quarta posizione.

Nella Iame X30 Junior la prima manche ha visto il dominio di Edoardo Ludovico Villa (TB Kart-Iame) su Francesco Pulito (Top Kart-Iame) in gran rimonta e l’italo-americano Ugo Ugochukwu (Tony Kart-Iame). Nella seconda manche è stato invece Ugochukwu a imporsi su Pulito e Villa. Federico Cecchi (Tony Kart-Iame) e Leonardo Fornaroli (KR-Iame) si sono piazzati rispettivamente quarto e quinto in tutte e due le manches.

Nella X30 Senior Luigi Coluccio (BirelArt-Iame), Aleksander Bardas (Top Kart-Iame) e Leonardo Caglioni (KR-Iame) sono stati i tre maggiori protagonisti della categoria in tutte e due le manches. Coluccio si è aggiudicato la prima manche su Bardas, quest’ultimo ha vinto la seconda manche su Coluccio, mentre Caglioni si è piazzato terzo in ambedue le gare. Danny Carenini (Tony Kart-Iame), autore della pole position, si è piazzato rispettivamente quarto e poi quinto dopo Francesco Pagano (KR-Iame).

Nelle due categorie del Trofeo Rotax, la prima manche nella Senior ha visto la vittoria di Filippo Laghi (Tony Kart-Rotax) e il ritiro del leader del campionato di Davide Vuano (Praga-Rotax), mentre nella Junior è stato Elia Galvanin (Exprit-Rotax) ad aggiudicarsi la vittoria. La seconda manche è stata invece fermata a 3 giri dal termine per un improvviso acquazzone, con il risultato finale nella Senior di Laghi ancora vincitore e Vuano al secondo posto, e nella Junior vittoria per Vincenzo Scarpetta (Tony Kart-Rotax) su Galvanin.

Il Trofeo Naskart ha vissuto il turno delle prove di qualificazione sotto un autentico diluvio. La pole position in 53.802 è andata a Moreno Di Silvestre, con 0.488 di vantaggio su Alfredo De Matteo e 0.982 su Lapo Nencetti, tutti su Righetti Ridolfi-Modena.

IL PROGRAMMA.

Domenica 26 agosto: doppia finale per tutte le categorie, inizio dalle ore 9:40 per Gara-1 e dalle ore 14:15 per Gara-2.

DIRETTA TV E LIVE STREAMING. Domenica 26 agosto diretta TV su AutoMotoTV (Sky canale 228), con diretta in streaming anche nel sito www.acisportitalia.it e nella pagina Facebook Campionato Italiano ACI Karting “@ACIKarting”. Live Timing e Risultati nel sito www.acisportitalia.it. Servizi televisivi nell’ambito del Magazine ACI Sport su RAI Sport, emittenti nazionali e circa 50 emittenti areali sul territorio nazionale.