IAME STAR VINCENTE AL 1° RD DELLA WSK MASTER SERIES

PRESS RELEASE – IAME – Al primo appuntamento della Super Master Series, IAME conquista il podio in ogni categoria. Vittoria in KZ2 e KFJ

60 MINI
Skeed (Top Kart) è 3° più veloce in assoluto e vincitore di una manche. Partito dalla 6 fila in finale salta  3° già al primo giro e conferma la sua posizione anche sul podio. Bravo anche Dalkiran Mehmet Mert (Top Kart): parte in difficoltà (36° al conto delle penalità) ma recupera alla grande: 12 posizioni recuperate in prefinale e 13° assoluto in finale. Tutti i motori IAME in pista conquistano un posto nella finale.

KFJ
L’uomo da battere è di nuovo Daniel Ticktum (Zanardi): 3° miglior tempo, è in pole position per la bagnatissima finale: al via perde la leadership,  ma in solo 5 giri è ancora in testa e vola verso la vittoria con anche il miglior giro. Ottimo anche Benjamin Lessennes (Kosmic): 15° dopo le manche, 2° in prefinale A, e 4° in finale a un soffio dal podio. Sereia (Birel) si mette in luce: 3° in una manche e 11° in finale, in rimonta di ben undici piazze.  In finale anche Viscal, Volegov e Legeret.

KF
Il grande protagonista è Callum Ilott (Zanardi): 3° dopo  le manche e al traguardo in prefinale A, in finale, partito dalla terza fila, è già 2° in pochi giri e non molla la presa fino al traguardo salendo sul secondo gradino del podio. Sono in tutto 8 i piloti motorizzati IAME nella finale, dietro Ilott, nella top ten anche Dabski (Praga) 7° in rimonta dal 17° posto, Van Leeuwen (Zanardi) 8° dopo un weekend promettente (vince una manche ed è 3° nella sua prefinale) e Sitnikov 9°, scalando ben 22 rivali sul bagnato. Bertonelli, Volkov e Joyner  seguono subito dietro (rispettivamente 11°, 12° e 13°), tutti e tre in recupero dopo un weekend in salita: Bertonelli, 41° dopo le manche, è già 9° al via della finale, Volkov si “mangia” 22 piazze durante la gara; Joyner invece, compensa l’insoddisfacente crono con manche veloci e la vittoria in prefinale B.

KZ
Tra tutti svetta subito Rick Dreezen (Zanardi): 5° più veloce, 4° dopo le manche, 2° nella in prefinale B, poi “solo” 6° in finale. Bas Lammers (Formula K) conquista il podio rimediando alle difficoltà tecniche della fasi iniziale. Dopo il 33° tempo, nelle manche trova l’assetto giusto e sale di 12 posizioni , poi fa il capolavoro: vince la prefinale (A) e domina la finale dal via al traguardo. Anche Jonathan Thonon (Praga) parte sottotono, ma chiude bene: 16° dopo le manche, è 5° in prefinale (B) e poi 7° in final. Ancor meglio il compagno di squadra Hajek: in finale taglia il traguardo 5° dopo ben 9 sorpassi. Viganò (Top Kart) è veloce ma sfortunato: 9° miglior tempo in assoluto, scivola 49° nelle manche ma si riprende in prefinale B con l’8° posto. Peccato esca dalla finale solo poco dopo il via. Il pilota italiano ha comunque tutte le carte in regola per recuperare!