FIA World KZ Championship, Lonato: Finale – Jeremy Iglesias è il campione del mondo 2020

Il francese corona il sogno di una vita e porta il brand Formula K by IPK motorizzato TM Racing al primo mondiale.

Tires: Vega

  • Jeremy Iglesias (Formula K Racing Team – Formula K – TM Racing) si laurea per la prima volta Campione del Mondo in KZ dopo una carriera nella quale ha sempre dimostrato grandissima velocità senza però mai concretizzare il sogno di vincere un titolo davvero rilevante. Il francese questa volta ha corso con una grinta e una determinazione mai viste prima. Allo start, nonostante parta in seconda posizione alle spalle di Marijn Kremers (Birel ART Racing – Ricciardo Kart  – TM Racing), prende subito la leadership della corsa. Kremers impiega qualche giro per recuperare su Iglesias e alla prima occasione utile, lo supera. Ma Iglesias, nonostante il miglior ritmo di Kremers, non perde troppo contatto dall’olandese e il giro dopo realizza un sorpasso incredibile, con una staccata da lontano che gli permette di riprendersi la prima posizione che non lascerà mai fino alla fine della corsa.
  • Kremers, come tutti gli altri piloti, deve subire prima del via l’ulteriore stress dovuto alla pioggia che inizia a cadere proprio all’inizio del giro di ricognizione prima dello start. La direzione gara decide di ritardare lo start di qualche minuto. La scelta è corretta, perché la pioggia cessa e la gara parte in condizioni di asciutto e con tutti i kart con gomme slick. L’olandese, nonostante un ritmo davvero ottimo, probabilmente perde la possibilità di giocarsi il titolo quando, al 10° giro, subisce il sorpasso da parte di Bas Lammers (Sodikart – Sodi – TM Racing). Kremers subito dopo risupera Lammers, e cerca disperatamente di ridurre il gap di oltre 1 secondo che accusa da Iglesias. Ma non ce la farà, concludendo secondo proprio davanti a un tenace Lammers, ancora una volta sul podio del mondiale..
  • Quarto posto per Fabian Federer (SRP Racing Team – Maranello – TM Racing), davvero veloce nella prima parte di gara e a un passo dalla possibilità di portare a casa un podio al mondiale.
  • Alle spalle di Federer, in quinta posizione, conclude Riccardo Longhi (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing), capace di recuperare 3 posizioni rispetto alla griglia di partenza.
  • La seconda miglior rimonta è a opera di Stan Pex (KR Motorsport – KR – TM Racing). L’olandese, forse il più veloce del weekend insieme a Kremers, parte dalla 15^ posizione a causa del ritiro nell’ultima manche dovuto alla rottura del motore. Stan parte in finale determinatissimo e risale fino alla sesta posizione. 
  • Meglio di Pex fa solo Paolo Ippolito (CRG – CRG – TM Racing) che rimonta ben 10 posizioni e finisce decimo, alle spalle di Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 7°, Mirko Torsellini (KR Motorsport – KR – TM Racing), 8°, e Matteo Viganò (Leclerc By Lennox Racing – Birel ART  – TM Racing).

Classifica finale

©Photo: Sportinphoto