Che bagarre nelle manche di qualificazione del Campionato Italiano ACI Karting ad Adria

Che bagarre nelle manche di qualificazione del Campionato Italiano ACI Karting ad Adria

Grandi battaglie nelle manche di qualificazione della quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting sul Circuito di Adria Karting Raceway, con al via quasi 200  piloti in lizza per il Tricolore nelle categorie KZ2, MINI Gruppo 3 Internazionale, Mini Nazionale, IAME X30 Junior e X30 Senior, e con le categorie Rok Junior, Senior, Mini e Super impegnate anche per il Trofeo di marca Rok Cup Italia.

Dopo le prove ufficiali di venerdì pomeriggio, sono state le manches di sabato a dar vigore alla competitività dell’evento di Adria, con una serie di duelli spettacolari per la conquista delle migliori posizioni di partenza per la prima serie di finali di domenica 27 settembre, quando alle 9.30 si accenderanno le luci per lo start ufficiale di Gara1, in diretta TV su MS MotorTV (Sky canale 228 e digitale terrestre) e dalle ore 13.40 per Gara2. La diretta è anche in streaming nel sito ACI Sport e nella pagina Facebook del Campionato Italiano ACI Karting.

Cunati prosegue il comando nelle manches di KZ2.
In KZ2 si è confermato vincente il leader della classifica Simone Cunati in forza al Team Modena Kart su BirelART-TM Racing, andato al successo in tutte e due le manches dopo aver realizzato la pole position in prova, ma a insidiarlo c’è Giuseppe Palomba su BirelART-TM Racing del Team LG Motorsport, che anche ad Adria si propone come il suo più accreditato rivale. Purtroppo Angelo Lombardo, su Parolin-TM Racing, secondo in classifica a pari punti con Palomba e al suo debutto in questo circuito, ha dovuto accusare un ritiro nella prima manche e un incidente con Luigi Di Lorenzo (Modena Kart/BirelART-TM Racing) nella seconda manche. In terza posizione nella prima manche ha concluso Davide De Marco (Team Driver/KR-Iame), nella seconda manche Luca Corberi su Tony Kart-Vortex.
La classifica KZ2 delle manches: 1. Cunati; 2. Palomba; 3. Corberi; 4. De Marco; 5. Cesari; 6. Di Lorenzo; 7. Lombardo.

Dai duelli nella MINI Internazionale esce bene l’asiatico Monza.
Incredibili duelli hanno esaltato le manches della MINI Gruppo 3 Internazionale, che si sta dimostrando sempre di più una categoria altamente spettacolare, anche perché punto di confronto di un bel numero di giovani piloti di svariate nazionalità, molto competitivi e ormai quasi pronti al passaggio nella categoria superiore della Junior. Dopo le prove capeggiate dall’olandese Tihjs Keeren del Team Pantano su KR-Iame e dal pilota di Singapore Tiziano Monza con il Team Sauber su KR-Iame, è stato Monza a prendere il largo nelle manches e ad aggiudicarsi la miglior posizione, seguito dall’indomito giapponese leader di classifica Kean Nakamura-Berta del Team Driver su KR-Iame. Terzo nella classifica delle manches un ottimo Antonio Apicella, compagno di squadra di Nakamura. Fra i migliori anche i due compagni di squadra di Revolution Motorsport,  il norvegese Marcus Saeter e Francesco Amendola, su Energy-TM Racing, l’olandese René Lammers con il Team Baby Race su Parolin-Iame e l’americano Kai Sorensen con Parolin Racing. Keeren si è classificato ottavo per un incidente nella prima manche.
La classifica MINI Internazionale delle manches: 1. Monza; 2. Nakamura; 3. Apicella; 4. Saeter; 5. Amendola; 6. Lammers; 7. Sorensen; 8. Keeren; 9. Egozi; 10. Presa.

Duello fra Sala e Sardo nella Mini Nazionale.
Nelle due manches della Mini Nazionale si sono divisi i successi Filippo Sala del Team Driver su Parolin-TM Racing e Salvatore Alfio Sardo su Intrepid-TM Racing. Nella prima manche Sala ha preceduto il poleman Simone Frasca di Praga Racing Team su IPK-TM Racing, con Sardo in terza posizione, mentre nella seconda manche Sardo ha preceduto Sala e Fabio Reale (Praga Racing/IPK-TM Racing).
La classifica Mini Nazionale delle manches: 1. Sala; 2. Sardo; 3. Frasca; 4. Reale; 5. Rocchio; 6. Busso; 7. Bruscino; 8. Giusto; 9. Spiezio; 10. Blanco.

Mazzola su tutti nella IAME X30 Junior.
Bei duelli hanno contraddistinto le manches della IAME X30 Junior, qui è stato Rocco Mazzola su Tony Kart-Iame a distinguersi con due vittorie dopo aver realizzato la pole position in prova, inseguito da Vincenzo Scarpetta del Team Kidix su KR-Iame che si è confermato fra i più veloci. C’è da attendersi una prima finale di domenica alquanto vivace, visto che in terza posizione si è inserito lo slovacco Lukas Malek (Zanchi Motorsport/Parolin-Iame) già vincitore di una finale a Sarno, seguito da Rashid Al Dhaheri su Parolin-Iame vincitore a Siena, quindi il leader di classifica Manuel Scognamiglio (Team Gamoto/Tony Kart-Iame) e Giulio Olivieri su Righetti Ridolfi-Iame. Tutti in grado di giocarsi il successo.
La classifica X30 Junior delle manches: 1. Mazzola; 2. Scarpetta; 3. Malek; 4. Al Dhaheri; 5. Scognamiglio; 6. Olivieri Giulio; 7. Cirelli; 8. Pavan; 9. Olivieri Flavio; 10. Marenghi.

Carenini prenota la vittoria nella IAME X30 Senior.
La prima delle due manches nella X30 Senior ha subito riservato la sorpresa di vedere fuori gioco per un incidente (del tutto fortuito) due protagonisti come Vittorio Maria Russo del Team Driver su KR-Iame e Carlo Aldera del Team TB Kart su TB Kart-Iame. A prevalere è stato il nuovo leader di classifica Danny Carenini del Team Autoeuropeo su Tony Kart-Iame, sesto in prova ma vincitore di tutte e due le manches. Alle spalle di Carenini si è portato il poleman e compagno di squadra Filippo Croccolino, mentre l’altro protagonista della X30 Senior e leader di classifica nelle prime due prove di Triscina e Sarno, Cristian Comanducci con il Team PRK Pacitto su Tony Kart-Iame, si è dovuto accontentare della terza posizione. Per la prima finale sarà senz’altro battaglia fra tutti questi protagonisti. Fra i migliori anche Gianmarco Levorato del Team Driver su KR-Iame e Jacopo Giuseppe Cimenes del Team CMT su Tony Kart-Iame.
La classifica X30 Senior delle manches: 1. Carenini; 2. Croccolino; 3. Comanducci; 4. Levorato; 5. Cimenes, 6. Di Filippo; 7. Bertonelli; 8. Bertuca; 9. Lavazza; 10. Ravera.

 

Iannello e Abbate nella Rok Junior.
Nella Rok Junior il vincitore della scorsa gara di Siena, Riccardo Ianniello con il Team KGT su Tony Kart-Vortex, ha trovato un valido avversario in Antonio Pio Abbate del Team Zanchi Motorsport su Tony Kart-Vortex. I due si sono divisi le vittorie nelle due manches, con Ianniello vincitore della prima manche davanti ai due portacolori del Team Zanchi Motorsport, Leonardo Megna e Antonio Pio Abbate, mentre nella seconda manche Abbate ha vinto su Ianniello e su Eliseo Donno (Tony Kart-Vortex).
La classifica Rok Junior delle manches: 1. Abbate; 2. Megna; 3. Ianniello; 4. Larini; 5. Pedrini; 6. Donno; 7. Ladina; 8. Marconado; 9. Maman; 10. Panaev.

Rok Senior dominio di Bernardi.
La Rok Senior ha vissuto sul dominio di Alberto Bernardi su CRG-Vortex, già autore della pole position e vincitore di tutte e due le manches di Adria. Alle spalle di Bernardi nella prima manche si sono inseriti i piloti del Team New Technology su KR-Vortex Riccardo Colombo, Tanja Muller e Mattia Simonini, con il vincitore della prima finale di Siena, Giorgio Ermanno Molinari su Exprit-Vortex, in quinta posizione. Nella seconda manche Bernardi si è imposto su Molinari, David Locatelli (Tony Kart-Vortex), Colombo e Muller.
La classifica Rok Senior delle manches: 1. Bernardi; 2. Colombo; 3. Molinari; 4. Muller; 5. Locatelli; 6. Simonini; 7. Chiarello; 8. Moncini; 9. Mezzetti; 10. Ortenzi.

Il programma.

Domenica 27 settembre: Gara1 dalle ore 9.40 e Gara2 dalle ore 13.55.

Risultati, Live Timing, Live Streaming: www.acisport.it/it/CIK/home

In TV domenica 27 settembre.  
L’evento sarà trasmesso in diretta TV su MS MotorTV (Sky canale 228 e digitale terrestre) domenica 27 settembre dalle ore 9.30 per Gara1 e dalle ore 13.40 per Gara2, in diretta streaming nel sito ACI Sport e nella pagina Facebook del Campionato Italiano ACI Karting.

QUOTIDIANI. Servizi su Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport.

Prossimo appuntamento 23-25 ottobre al Circuito 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo (Pavia).