Campionato Europeo OK OKJ: giornata di qualifica stressante con condizioni mutevoli a Genk

OK: Coluccio prende la pole position all’ultimo minuto


La prima serie di prove di qualificazione è stata molto complicata per la classe OK. La pioggia inizia a cadere improvvisamente all’ingresso dei meccanici con i kart nella pre-griglia. I commissari, come da regolamento, non hanno permesso di cambiare il kart ai piloti che sono entrati in pregriglia con le gomme da asciutto.

Di conseguenza, Matheus Morgatto (Tony Kart / Vortex / LeCont), Li Migyang (Tony Kart / Vortex / LeCont) e Sebastian Montoya (Tony Kart / Vortex / LeCont) insieme a Lars Van Vark (KR / Iame / LeCont), Niels Koolen (KR / Parilla / LeCont) e Matias Salonen (KR / Iame / LeCont) sono obbligati a scendere in pista con pneumatici slick.

Tutti concludono nelle retrovie del gruppo, ma non è tutto. Altri tre piloti sono stati coinvolti in una situazione simile. Kas Haverkort (CRG / TM Racing / LeCont), Thomas Nepveu (BirelArt / TM Racing / LeCont) e Sutumno Thanapongpan (BirelArt / TM Racing / LeCont) hanno avuto una situazione simile alla pre-griglia. Erano con pneumatici slick e hanno deciso di montare quelle da bagnato in pre-griglia. I tre piloti sono stati squalificati dalle qualifiche.

Pertanto, è stato Alessandro Irlando (Birel Art / TM Racing / LeCont) che alla fine ha conquistato il primo posto nella prima serie.

Ma non è finita, perché nel secondo gruppo tutti scendono in pista con gomme slick. Il pilota spagnolo Ayrton Fontecha (CRG / Iame / LeCont) è il più veloce e conquista la pole provvisoria del secondo gruppo di quasi 4 secondi. Ma il pilota ufficiale CRG stacca il tempo sul giro con un taglio della chicane oltre i limiti consenti, quindi viene retrocesso in 18esima posizione, lasciando a Morgan Porter (KR / Iame / LeCont) il primo posto nel gruppo.

Infine, nell’ultimo gruppo, Pedro Hiltbrand (CRG / Iame / LeCont) e il compagno di squadra CRG Gabriel Bortoleto (CRG / Iame / LeCont) dominano la sessione con il pilota spagnolo davanti. Ma all’ultimo momento, Luigi Coluccio (Birel ART / TM Racing / LeCont) migliora il suo tempo sul giro e fa sua la pole position in OK.

 

OKJ: Conrad Laursen in pole dopo i cambiamenti meteo e le penalizzazioni


La prima serie di prove di qualificazione inizia in condizioni di asciutto. L’estone Ken Oskar Algre (Tony Kart / Vortex / Vega) domina questo primo turno di qualifiche facendo il giro più veloce di 6 decimi più rapido rispetto al danese Conrad Laursen (FA Kart / Vortex / Vega).

Ma un’indagine post-qualifica cancella il miglior tempo sul giro di Algre per “non aver rispettato i track limit”. Pertanto, Conrad Laursen conclude al vertice la Serie 1 delle qualifiche.

Ma le complicazioni arrivano con il secondo gruppo. La pista si asciuga abbastanza per le gomme da asciutto, ma improvvisamente torna la pioggia. Così molti meccanici che hanno il proprio kart con gomme slick chiedono di cambiare il kart, cosa che alla fine viene concessa, in modo da far competere tutti i piloti piloti nelle stesse condizioni, ovvero tutti con gomme da bagnato.

E’ stato l’unico pilota irlandese, Alexander Dunne (Tony Kart / Vortex / Vega) a dominare l’intero gruppo, ma il pilota ufficiale Tony Kart perde la prima posizione all’ultimo momento, quando il pilota Cetilar Racing, Alfio Spina (KR / Iame / Vega) segna il tempo sul giro più veloce del gruppo.

Nell’ultimo gruppo di qualificazione è Nikita Bedrin (Tony Kart / Vortex / Vega) che in condizioni simili al gruppo 2 conquista la pole position davanti a Marcus Amand (Kosmic / Iame / Vega), che ha recentemente cambiato casacca passando da Kart Republic a VDK, e Daniel Briz (FA Kart / Iame / Vega).

Quindi, con questi risultati alla fine, è Conrad Laursen di Ricky Flynn Motorsport che conquista la pole position in OKJ.

Domani il tempo sempre incerto di Genk (Belgio) dirà l’ultima parola, e sicuramente influenzerà molto, le manche di qualificazione

PH: Sportinphoto