Birel ART – Lonato: Kremers a un passo dalla vittoria

Birel ART Racing ha dimostrato un livello di perfomance molto convincente sul circuito di Lonato in occasione della WSK Euro Series, sia nella KZ2 con Marijn Kremers e Riccardo Longhi sia nella OK con Luigi Coluccio o nella OK-Junior con Rafael Camara. Kremers ha potuto mettersi in evidenza fino alla fine della finale con una straordinaria seconda posizione che gli è valsa il terzo posto nella classifica WSK Euro Series.

La terza prova della WSK Euro Series si è rivelata un appuntamento importante per i kart con cambio che disputeranno, sul tracciato del South Garda Karting, il Campionato mondiale KZ e l’International Super Cup KZ2, due gare FIA Karting di livello mondiale.  Il meeting della WSK Promotion si è svolto sotto un sole sempre più caldo con gare molto animate dove gli incidenti hanno contribuito a smorzare le ambizioni di alcuni.

“Abbiamo avuto la soddisfazione di mostrare un ottimo livello di competitività”, ha dichiarato Luca Filini, Team Manager di Birel ART Racing. “I nostri tre piloti di punta nella KZ2 erano molto vicini al passo dei migliori. Kremers l’ha ampiamente dimostrato rimontando fino al secondo posto finale, mentre Longhi e Irlando hanno perso terreno in occasione di alcuni incidenti di gara. Siamo innegabilmente sulla buona strada e lavoreremo ancora duro fino all’appuntamento mondiale in programma il prossimo settembre. Coluccio ha purtroppo interrotto il suo ottimo percorso nella OK a causa di un incidente nella prefinale, mentre Rafael Camara ha fatto delle belle performance nella OK-Junior.”

Kremers sul podio e terzo nella classifica KZ2

Marijn Kremers ha iniziato alla grande con il secondo tempo degli 80 piloti KZ2 presenti a Lonato. Con tre secondi posti e un giro veloce nelle manche di qualificazione, ha utilizzato al meglio il potenziale del suo Birel ART/TM con pneumatici Bridgestone. Kremers ha migliorato ancora in prefinale e si è battuto con molta convinzione per raggiungere il secondo gradino del podio finale riducendo il distacco con il vincitore negli ultimi giri. Questo eccellente risultato gli ha permesso di fare un balzo spettacolare dall’ottavo al terzo posto nella classifica finale della WSK Euro Series.

Riccardo Longhi, anche lui molto veloce sin dall’inizio della competizione, si è ritrovato in fondo al gruppo nell’ultimo terzo di gara in finale a causa di un contatto mentre stava lottando in sesta posizione. Nonostante tutto è riuscito a concludere al sesto posto della WSK Euro Series. Alessandro Irlando dopo due belle manche ha dovuto affrontare una serie di contrattempi. È riuscito comunque a concludere nella Top-10 della finale e della classifica generale.

Troppi incidenti nella OK

Luigi Coluccio faceva parte dei protagonisti della categoria OK. Ottavo dei 51 partecipanti dopo le manche di qualificazione, poteva ovviamente prevedere una buona qualificazione per la finale. Purtroppo, a causa di un pneumatico perforato in prefinale B, ha perso progressivamente terreno e non ha potuto concludere la gara. Andrea Rosso è stato protagonista di una rimonta fino al dodicesimo posto in finale dopo delle fasi di qualificazione non sempre facili, ma è stato eliminato subito al primo giro della finale a causa di un contatto. Nikita Artmonov si è qualificato grazie alla sua regolarità nelle manche, ma anche lui è stato costretto al ritiro in finale.

Ottimo inizio gara nella OK-Junior per Camara.

Rafael Camara ha realizzato tre ottime manche di qualificazione nella Top-3 dopo l’ottimo quarto tempo ottenuto tra oltre 70 piloti in gara. Ha poi avuto qualche problema prima di poter reagire in finale e raggiungere il dodicesimo posto, mentre Cristian Bertuca si è qualificato in dodicesima fila per la finale.