Ad Adria la quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting lancia nuovi protagonisti


[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”20″]
Conclusa con quasi 300 piloti in pista la quarta prova del Tricolore sul Circuito di Adria Karting Raceway nelle otto categorie del Campionato insieme alla Entry Level.

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”20″]
[one_half]
[dropcap]E’[/dropcap] stato un weekend particolarmente intenso quello andato in scena sul Circuito Adria Karting Raceway per la quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting, che alla fine è andato a sfiorare la presenza record di 300 piloti con l’ingresso della gara di contorno della piccola categoria Entry Level a completare le classiche categorie del Tricolore, ovvero KZ2, 60 Mini, ACI Kart, ACI Kart Junior, OK-Junior e le tre classi della KZ3 Junior, Under e Over. Per il Campionato Italiano ACI Karting si tratta di un record anche a livello storico, festeggiato nel migliore dei modi in pista grazie anche al bell’agonismo espresso da tutti i piloti.
E non sono mancate davvero le sorprese, a cominciare dai risultati della KZ2, la categoria regina che ad Adria con 45 piloti aveva inizialmente posto prepotentemente alla ribalta Francesco Celenta (Praga-TM), Campione Italiano 2016 e pronto a risalire la classifica. Il pilota di Salerno, dopo aver vinto tutto nelle qualificazioni, in prova e nelle manches, nella prima delle due Finali era scattato lancia in resta al comando, ma a 5 giri dalla fine ha dovuto arrendersi per la foratura di un pneumatico quando ormai stava assaporando la vittoria. A passare per primo sul traguardo è stato così Danilo Albanese (Tony Kart-Vortex), ma una penalizzazione per partenza anticipata lo ha retrocesso al terzo posto, decretando infine vincitore il croato Kristijan Habulin (TB Kart-Tm) davanti a Pasquale Tellone (EKS-TK-Iame). Marco Zanchetta su Maranello-Tm, leader di classifica, è riuscito a terminare ottavo dopo un fuoripista. L’ottava posizione ha valso però a Zanchetta il primo posto in griglia di Gara-2 per l’inversione delle prime 8 posizioni. In Gara-2 è arrivata però un’altra impresa vincente di un giovane napoletano, Giuseppe Palomba su Intrepid-Tm, già in risalto in queste ultime gare. Dal quinto posto di Gara-1, Palomba è subito andato all’attacco di Zanchetta superandolo nelle ultime tornate. Zanchetta è stato poi superato all’ultimo giro anche da Albanese, che in questo weekend si è rivelato fra i più veloci. In questa seconda Finale Celenta è terminato al nono posto, mentre il vincitore di Gara-1 Habulin è stato costretto al ritiro per incidente subito alla prima curva. In Campionato Zanchetta è riuscito comunque a mantenere la leadership, al secondo posto si è inserito Palomba.
Nella 60 Mini, che anche ad Adria ha proposto un numero eccellente di piloti, ben 81, le vittorie nelle due Finali se le sono divise due fra i maggiori contendenti di questo Tricolore, ovvero i due siciliani Alfio Spina, su CRG-Tm vincitore di Gara-1, e Gabriele Minì, su Parolin-Tm vincitore di Gara-2 e sempre più leader di classifica. Fra i migliori anche il norvegese Martinius Stenshorne, compagno di squadra di Spina e terzo in Gara-1 alle spalle di Spina e Minì, e l’americano Ugo Ugochukwu (Energy-Tm), inseritosi in Gara-2 fra Minì e Stenshorne. In questa seconda finale Spina è terminato quarto al termine di una gara come al solito combattutissima.
Fra i maggiori candidati al titolo nella 60 Mini si conferma però Michael Barbaro Paparo (IPK-Tm),
[/one_half]
[one_half_last]
secondo in classifica generale dopo il quarto e sesto posto
ottenuti ad Adria e nella situazione più vantaggiosa per i due scarti obbligatori che saranno conteggiati a fine campionato.
Nelle due categorie monomarca con motore Iame, complessivamente con 65 piloti, nella ACI Kart in gara-1 la vittoria è andata a Danny Carenini su Carlo Aldera e Vittorio Maria Russo, tutti su Tony Kart-Iame, mentre in Gara-2 è stato Aldera a imporsi su Marco Settimo (Birel-Iame) e Cristian Comanducci (Tony kart-Iame). In testa al Campionato ACI Kart è Carenini.
Nella ACI Kart Junior nella prima delle due Finali la vittoria è andata al brasiliano Matheus Morgatto Alvarenga (Parolin-Iame) sul leader di classifica Aleksander Bardas (DR-Iame) e Federico Albanese (Tony Kart-Iame), mentre a ottenere il successo in gara-2 è stato Bardas su Federico Cecchi (Tony Kart-Iame) e Morgatto ancora sul podio con il terzo posto. Bardas si è confermato in testa alla classifica.
Nella OK-Junior, con 15 piloti al via, Francesco Raffele Pizzi (Luxor-Lke) si è imposto in Gara-1 su Giuseppe Fusco (Formula K-Lke) e Luca Bosco (Tony Kart-Vortex) dopo una serie di penalizzazioni inflitte per il troppo agonismo mostrato da alcuni piloti. In Gara-2 ha vinto il russo Alexey Brizhan su Bosco e il croato Matija Jurisic (Tony Kart-Lke), con Francesca Raffaele (Evokart-Iame) al quarto posto. A fine gara è arrivata però una penalizzazione per Bosco e Francesca Raffaele, e al secondo e terzo posto sono saliti Jurisic e Roberto Papalia (Zanardi-Tm). In testa al Campionato si è confermato Alexey Brizhan.

Particolarmente combattute anche le classi della KZ3, che in questo secondo appuntamento dopo la prima gara per questa categoria svolta a Sarno, ha visto al via ancora un bel numero di piloti, ben 75 nelle tre classi Junior, Under e Over.
Nella prima Finale della KZ3 Junior ha vinto Marco Miastkowski su Maranello-Tm, davanti a Nicolò Genisi (Formula K-Tm) e Mattia Giannini (Maranello-Tm). In Gara-2 si è imposto Nicolò Zin su CKR-Tm davanti a Luca Bombardelli (Maranello-Tm) e Giannini ancora terzo. In Campionato guida ancora Bombardelli.
In KZ3 Under ha conquistato la vittoria in Gara-1 Alessio Zanotti su Maranello-Tm, con Riccardo Nalon (Formula K-Tm) secondo e Sirio Costantini (Intrepid-Tm) terzo. In Gara-2 ha vinto Emanuele Simonetti su Tony Kart-Tm, con Riccardo Melas (Sodikart-Dea) al secondo posto e Michele Gregori (VRK-Tm) in terza posizione. In Campionato è andato al comando Melas.
In KZ3 Over in gara-1 il successo è andato a Claudio Tempesti (CRG-Tm) mentre in seconda e terza posizione hanno concluso rispettivamente Roberto Profico (Sodikart-Tm) e Andrea Tonoli (Maranello-Tm). In Gara-2 ha vinto invece Profico davanti a Tonoli e Tempesti. In Campionato è al comando Profico.
Prossimo appuntamento sul Circuito di Siena il 3 settembre per il gran finale con la quinta e ultima prova.
RISULTATI su www.acisportitalia.it
[/one_half_last]

TV DIFFERITE E SERVIZI SPECIALI. Differite TV sono trasmesse su RAI Sport1 e su AutoMotoTV, servizi televisivi nell’ambito del Magazine ACI in emittenti nazionali circa 50 emittenti areali sul territorio nazionale. Nel sito www.acisportitalia.it è pubblicata la pianificazione Media completa.
AUTOMOTOTV Canale 148 Piattaforma Sky – www.automototv.it:  Differita integrale Gara-1 Lunedì 24 luglio dalle ore 09:00 alle ore 13.00, Differita integrale Gara-2 Martedì 25 luglio dalle ore 09:00 alle ore 13.00.
GAZZETTA DELLO SPORT. Una pagina speciale di commento e foto sull’appuntamento di Adria sarà pubblicata Mercoledì 19 Luglio sul quotidiano sportivo Gazzetta dello Sport.
[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”10″]
[box type=”shadow”] Fonte: Ufficio Stampa ACI Sport S.p.A.[/box]

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”10″]