Un podio KZ2 per iniziare la WSK Super Master Series

Un podio KZ2 per iniziare la WSK Super Master Series
Karting, KREMERS MARJIN, KZ2, NL, BIREL ART / TM RACING / BRIDGESTONE, Birel Art Racing, WSK-Super Master Series, LONATO, International Race, © KSP Reportages

“Possiamo ritenerci soddisfatti delle performance di questo week-end in quanto sono in generale superiori a quelle della settimana scorsa”, ha dichiarato Ronni Sala, Presidente di Birel ART Group. “Irlando e Kremers hanno potuto battersi con i migliori nella Top-3 della KZ2, elemento importante a inizio stagione, e Dahlberg ha continuato la sua progressione verso le posizioni di testa. Anche Marseglia ha realizzato delle belle performance nelle prove cronometrate e nelle manche. Ciò conferma che abbiamo un pacchetto telaio/motore molto competitivo con TM Racing, sin dalla nostra seconda gara. Inutile dire che il team è molto motivato ad aumentare sempre più il nostro potenziale.”

Leonardo Marseglia, nel corso di questo week-end, ha alzato in maniera netta il ritmo con un 14° tempo nelle prove cronometrate e un quinto posto in una delle manche accompagnato dal giro più veloce. È stato un piacere vedere il sorriso di Alexander Dahlberg: un quinto posto nella prefinale, confermato dal decimo posto finale sono risultati che possono in effetti rendere felice questo promettente pilota.

Alex Irlando ha fatto un bel percorso al volante del suo nuovo kart Birel ART/TM Racing. Visibilmente più a suo agio rispetto alla prima gara, ha fatto delle ottime manche di qualificazione, per poi occupare per un po’ la seconda posizione in finale nel corso di una bella battaglia. Il suo quinto posto è un risultato apprezzato dal team.

“Sono molto contento di essere salito sul podio di Lonato, soprattutto con il dolore di un infortunio alle costole che mi sono procurato durante una manche della Winter Cup”, ha dichiarato Marijn Kremers alle telecamere, prima di aggiungere a telecamere spende: “È un grande piacere per un pilota potersi battere al volante di un mezzo così efficace. La fiducia regna sovrana nel team, l’atmosfera in cui lavoriamo è buona e questi primi risultati ci spingono a proseguire i nostri sforzi.” Autore di due giri più veloci e di una vittoria nelle manche, Marijn Kremers ha dato vita a una bella battaglia per conquistare il terzo posto.

Luigi Coluccio è riuscito a fare tre belle manche nella Top-3, ma un ritiro ha appesantito il suo punteggio prima delle fasi finali. È tuttavia riuscito a conquistare il terzo posto nella sua prefinale, prima di essere rallentato da un problema al carburatore in finale e terminare all’ottavo posto. Nella OK-Junior Cristian Bertucca si è espresso in una rimonta straordinaria di 17 posizioni per terminare 12° dopo alcune delusioni durante le qualificazioni.