Top ten per CRG in Portogallo

Top ten per CRG in Portogallo

Si è concluso con un bilancio positivo per i colori CRG il FIA Karting World Championship per le classi OK e OKJ. Nonostante un meteo difficile, che ha alternato più volte nel weekend situazione di pista asciutta e bagnata, Rasmuss Joutsimies Rubén Moya López hanno concluso la Finale in top ten, rispettivamente in 8ª e 10ª posizione. Entrambi si sono resi protagonisti di un recupero avvincente dal fondo della griglia di partenza (dove si erano classificati per alcuni problemi nelle heat) con un “passo gara” equivalente ai leader della corsa. Più sfortunato il brasiliano Olin Galli, che in Finale a causa di un problema tecnico, non ha potuto esprimersi sui livelli di performance che aveva dimostrato nelle heat. Sempre nella categoria OK, invece, Genis Civico e Bruno Bertoncello non hanno ottenuto la qualificazione in Finale a causa di un due incidenti nelle heat di qualificazione, stessa sorte toccata a Gabriel Gomez in OKJ.

Riguardo la OKJ, infine, va detto dello spiacevole episodio di cui è stato protagonista Simone Bianco. L’italiano, infatti, non ha potuto prendere parte alla gara in quanto è risultato positivo ai test Covid predisposti in circuito dal promoter, ma è poi risultato negativo al secondo test effettuato in Italia quando era ormai troppo tardi per tornare in pista. Questo episodio dovrà far riflettere sugli strumenti di prevenzione adottati dalla FIA per il futuro. Tornando all’azione in pista, il fattore positivo che CRG porta casa dal Campionato del Mondo in Portogallo è sicuramente il livello di performance che è stato dimostrato sia con pista asciutta, sia con la pioggia, dalle prove di qualificazione alla Finale. Dal punto di vista tecnico gli aggiornamenti portati in Portogallo saranno la base della produzione di serie 2021.

Concluso questo importante appuntamento per il karting Internazionale, per CRG è tempo infatti di pensare alla prossima stagione e a questo proposito è stato deciso di non prendere parte agli eventi WSK di fine stagione per concentrarsi sui test e sul lavoro in chiave 2021, oltre a non ritenere opportuno alla luce dell’aggravarsi della situazione sanitaria in Italia, disputare altri eventi agonistici.

Il commento dei piloti:

Rasmuss Joutsimies (OK): “In Finale i tecnici hanno fatto un eccellente lavoro e il telaio era perfetto e veloce fin dai primi giri. Ma in generale il livello di performance è stato eccellente per tutto il weekend e devo dire che gli aggiornamenti tecnici ci hanno dati feedback positivi e saranno una buona base per la prossima stagione.”

Rubén Moya López (OK): “Il bilancio di questa esperienza per me non può che essere molto positivo: era la mia prima gara in OK e con il supporto diretto del team ufficiale CRG. Credo di essermi fatto trovare pronto per la fiducia che hanno riposto su di me. Sono stato veloce per tutto il weekend e se non avessi perso l’ultima heat di domenica mattina quando il motore non si è avviato sarei partito a ridosso della top ten e sicuramente avrei potuto ottenere un piazzamento migliore in Finale. Ma sono molto contento ugualmente, sono entusiasta della squadra e delle possibilità che mi si potranno aprire per il 2021 dopo questa gara.”

Olin Galli (OK): “Non siamo riusciti ad esprimere il nostro potenziale al meglio per tanti episodi sfortunati, di cui il primo accaduto già nelle qualifiche quando si è rotta la catena al primo giro. Nonostante partissimo indietro nelle heat siamo stati veloci, spesso come i migliori, ma poi in Finale abbiamo scelto un set up non ottimale e abbiamo avuto anche un piccolo problema tecnico che mi ha impedito di recuperare come hanno saputo fare i miei compagni di squadra. In ogni caso è sempre eccezionale prendere parte al Campionato del Mondo con un team come CRG e il prossimo anno ci riproveremo.”