Tony Kart sul podio mondiale

Kajus Siksnelis conquista il terzo gradino del podio del FIA Karting World Championship – Junior ad Alahärmä, precedendo il pilota ufficiale Josep Maria Martì. Nel corso dell’intenso fine settimana, il binomio Tony Kart - Vortex mostra tutte le sue qualità anche nelle condizioni più difficili.

Con il FIA Karting World Championshipappena concluso ad Alahärmä cala il sipario anche per la stagione FIA Karting sulle classi OK OK-JUNIOR. E anche in quest’ultimo appuntamento il Tony Kart Racing Team si conferma una presenza costante nelle posizioni di vertice, nonostante un meteo molto incerto, condizioni di pista estremamente mutevoli e un pizzico di sfortuna ci abbiamo impedito, in alcune circostanze, di raccogliere quanto meritato.

Già dalle qualifiche del venerdì, la facilità di messa a punto del Tony Kart 401 R si rivela fondamentale nelle condizioni incontrate in Finlandia, permettendo ai piloti di trovare immediatamente il setup adatto e concentrarsi solo sulla ricerca della prestazione.

La dimostrazione migliore arriva dal terzo posto del pilota Ward Racing Kajus Siksnelis, conquistato su un Tony Kart motorizzato Vortex dopo una gara all’attacco in cui guadagna 13 posizioni. Dietro di lui, Josep Maria Martì coglie un eccellente quarto posto, concludendo così un ottimo fine settimana che lo vede autore di Qualifying Heats da assoluto protagonista, nelle quali ottiene tre primi due secondi posti.
Nikita Bedrin chiude decimo al termine di una coraggiosa rimonta di 9 posizioni. Resta un po’ di amaro in bocca per un paio di ritiri nelle Heats che compromettono la posizione in griglia, specie alla luce delle due vittorie ottenute e del miglior tempo nelle qualifiche (e dell’intero weekend).

In OK, sfruttando al massimo le qualità del nostro materiale, Matheus Morgatto mostra nuovamente la sua maturità agonistica in un contesto in cui è molto facile commettere errori. Al termine delle Heats è decimo, ma solo perché una manovra messa in atto per evitare di venire coinvolto in una carambola lo costringe a perdere posizioni in una delle batterie. Matheus concluderà la finale al nono posto, mentre al 13° si piazza Noah Milell, autore di una grande rimonta di ben 17 posizioni.
Peccato, invece, per Sebastian MontoyaJoseph Turney: Sebastian fa della regolarità la sua arma vincente nelle Heats, centrando due top ten e mantenendosi sempre a ridosso della decima posizione, ma la Finale, per lui, termina troppo presto. Turney dimostra di essere uno dei più competitivi vincendo brillantemente due batterie, ma due sfortunati ritiri gli impediscono di mettere completamente a frutto il suo potenziale e lo costringono a partire dal fondo nella Finale. Qui, Joseph sfodera una prestazione maiuscola, rimontando venti posizioni e ritoccando il best lap per tre giri consecutivi, seppur nel pieno della bagarre per guadagnare terreno.

Il Tony Kart Racing Team è ora già al lavoro per preparare il prossimo appuntamento, ovvero il FIA Karting World Championship KZ e la International Super Cup KZ2, che si disputeranno dal 19 al 22 settembre sul circuito South Garda Karting di Lonato.