Team Birel ART Racing 2020: i piloti per continuare a vincere!

© KSP Reportages

Dopo il titolo mondiale 2019 per festeggiare i 60 anni di vita del marchio, il Team Birel ART Racing si prepara a ripartire alla conquista di nuovi successi nel 2020. La competizione internazionale di alto livello rimane il teatro delle migliori battaglie sportive e tecniche tra i principali fabbricanti di telai e Birel ART vuole assolutamente mettere in mostra il suo know-how puntando ai primi posti delle quattro categorie dove è impegnata.

“Siamo molto contenti di aver raggiunto il nostro obiettivo l’anno scorso conquistando il titolo di Campione del mondo KZ”, ha dichiarato Ronni Sala, Presidente del Gruppo Birel ART. “Ma la gara è un eterno nuovo inizio e noi ripartiamo verso nuove sfide nel 2020 con grandi ambizioni. Potremo contare sulla qualità del nostro materiale in costante sviluppo e su una squadra tecnica molto competente diretta da Luca Filini. La nostra formazione ufficiale di piloti riunisce dei talenti affermati e delle giovani future speranze. Quello che non è cambiato è la nostra determinazione a batterci per la vittoria!”

Nella fabbrica di Lissone, la stagione è già iniziata da molto tempo con l’avvio della produzione dei telai derivati dal kart che ha consentito a Marijn Kremers di conquistare il Campionato del mondo KZ a Lonato. Le sessioni di allenamento sono riprese ed è venuto il momento di annunciare i piloti che quest’anno difenderanno i colori del Team Birel ART Racing, con un grosso potenziale di performance.

Avvicendamento aperto nella KZ

Due piloti italiani molto esperti raccoglieranno la sfida di proseguire sulla scia del 2019 nella categoria regina. Dopo il passaggio di Kremers alla monoposto, Alex Irlando, vincitore della International Super Cup KZ2 nel 2016 e Riccardo Longhi, vicecampione del mondo KZ 2019, hanno qualità complementari per formare una coppia formidabile e raccogliere il testimone ai vertici della KZ. Viste le loro ottime performance l’anno scorso, gli italiani Leonardo Marseglia e Giuseppe Palomba avranno una bella carta da giocare nella KZ2 con il neozelandese Matthew Payne al loro fianco.

Rinnovamento totale nella OK

Cinque nuovi piloti provenienti da cinque paesi diversi andranno ad unirsi al team ufficiale Birel ART nella OK. Il finlandese Nikolas Pirttilahti, autore di una doppia Top-10 nel Campionato europeo e del mondo l’anno scorso, l’inglese Clayton Ravenscroft molto presente nelle prime posizioni internazionali nella X30 e Rotax, il belga Kobe Pauwels, secondo nell’Academy Trophy FIA Karting 2018, l’eclettico italiano Matteo Massetani e il promettente tailandese Sutumno Tanapongpan.

Voglia di concretizzare nella OK-Junior

Solo due piloti, ma con talento e motivazione da vendere per la loro seconda stagione nella OK-Junior con l’italiano Cristian Bertuca che è salito fino al nono posto nel Campionato mondiale Junior nel team Birel ART e il polacco Tymoteusz Kucharczyk, undicesimo nel Campionato europeo Junior che si unisce al team su un kart con i colori di Robert Kubica, vera e propria star per i suoi compatrioti.

Richard Mille rinnova la sua fiducia a Maya Weug

Selezionata a fine 2018 dalla Richard Mille Young Talent Academy, Maya Weug potrà approfittare di un altro anno nella OK per concretizzare la bella progressione delle sue performance registrata nel 2019.

Il programma sportivo del Team Birel ART Racing comprenderà i Campionati FIA Karting, varie prove della WSK Promotion e della serie Champions of the future lanciata da RGMMC.