Parte l’iniziativa “FIA Girls on Track – Rising Stars” in collaborazione con la Scuderia Ferrari

Parte l’iniziativa “FIA Girls on Track – Rising Stars” in collaborazione con la Scuderia Ferrari

La FIA e la sua Commissione Women in Motorsport sono lieti di lanciare “FIA Girls on Track – Rising Stars”, un nuovo progetto innovativo per individuare e coltivare i talenti femminili del futuro. Il progetto, in associazione con il suo primo partner, la Scuderia Ferrari, mira a identificare le migliori ragazze di età compresa tra 12 e 16 anni provenienti da tutto il mondo e aiutarle a raggiungere una carriera professionale nello sport automobilistico nell’età più critica della crescita.

Con il sostegno del FIA Innovation Fund, che sostiene nuovi progetti intesi a generare un’eredità duratura per la comunità globale della FIA, la Commissione Women in Motorsport può realizzare l’ennesimo ambizioso progetto collaborando con Scuderia Ferrari e la sua Ferrari Driver Academy (FDA) di fama mondiale sviluppare congiuntamente un percorso forte e a lungo termine per sostenere le giovani donne nel loro viaggio nel motorsport. La collaborazione prevede che entrambe le parti si impegnino in un programma quadriennale che porta potenzialmente due piloti a unirsi alla Ferrari per una stagione del campionato FIA Formula 4.

FIA Girls on Track – Rising Stars è un altro immenso passo avanti a livello di base dello sport e, con i partner del produttore, abbiamo un’opportunità concreta di trovare, sviluppare e supportare le giovani donne conducenti“, ha affermato Michèle Mouton, Presidente della Commissione FIA ​​Women in Motorsport. “Essere in grado di collaborare con Ferrari, il nostro primo partner del programma, è un riconoscimento fantastico e reale dei progressi che continuiamo a fare dopo 10 anni di lavoro della nostra Commissione. È un accordo pluriennale incredibilmente eccitante, che speriamo possa far sì che due piloti vincenti diventino le prime piloti femminili della Ferrari. Questo è un pensiero molto speciale e sarebbe un momento storico per la nostra Commissione Women in Motorsport.

Mattia Binotto della Scuderia Ferrari ha aggiunto: “Siamo davvero lieti di collaborare con la FIA a questo innovativo programma Girls on Track – Rising Stars. Crediamo fermamente nel valore di aiutare i giovani a svilupparsi nello sport automobilistico. La FDA opera ormai da oltre un decennio, non solo selezionando semplicemente e semplicemente i migliori driver, ma anche lavorando sulla loro educazione culturale, tecnica ed etica. Con questo in mente, abbiamo ritenuto che dovevamo fare uno sforzo ulteriore per espandere la nostra area operativa per includere le giovani donne che vogliono andare avanti nello sport automobilistico. Sebbene non vi siano ostacoli concreti alla loro partecipazione, siamo consapevoli che per le donne è più difficile progredire in questo campo. Ecco perché abbiamo risposto con entusiasmo all’iniziativa FIA e crediamo di poter aiutare a introdurre ancora più giovani donne in questo fantastico sport. Chissà, forse un giorno vedremo ancora una volta una donna che gareggia in una gara del Campionato mondiale di Formula 1 per la prima volta dal 1976.

Il marchio globale Pirelli, rinomato per la sua tecnologia all’avanguardia, l’eccellenza produttiva di fascia alta e la passione per l’innovazione, ha anche aderito al programma per sostenere la progressione delle giovani donne nello sport automobilistico. “Per Pirelli è un piacere sostenere questa iniziativa che è totalmente in linea con la nostra tradizione”, ha affermato Mario Isola, responsabile F1 e Car Racing di Pirelli. “In effetti, Pirelli sostiene programmi dei giovani piloti da molti anni ed è stato coinvolto con la FIA in diverse campagne incentrate su sostenibilità e sicurezza. FIA Girls on Track – Rising Stars riunisce tutto il meglio di questi punti e ha molte caratteristiche per scrivere una pagina importante sulla storia dello sport automobilistico. ”

Il programma FIA Girls on Track – Rising Stars è iniziato all’inizio di quest’anno con una selezione mondiale tra le 145 autorità sportive nazionali della FIA, che hanno nominato promettenti giovani piloti con esperienza di corsa nazionale o internazionale. Venti piloti provenienti da cinque continenti sono già stati selezionati e saranno ora invitati a uno shoot-out a ottobre ospitato dalla Winfield Racing School, l’iconica e storica scuola di corse con sede sul Circuito Paul Ricard, nota per essere la scuola della maggior parte del pool di noti driver dagli anni ’70 agli anni ’90. Da qui, 12 piloti saranno selezionati per sottoporsi a due diversi campi di allenamento dedicati al kart e alla Formula 4 in ottobre e novembre, ospitati anche dalla Winfield Racing School insieme al partner di kart Praga. Saranno quindi selezionati solo quattro piloti per frequentare un corso di una settimana presso la Ferrari Driver Academy, anche a novembre. Con sede a Maranello, in Italia, lo scopo dell’Accademia è di aiutare a guidare i piloti attraverso diversi aspetti della preparazione personale e della tecnica di guida, oltre a introdurli nel mondo economico e dei media dello sport.

Fatta salva la valutazione finale, al migliore dei quattro piloti potrebbe essere assegnato un contratto di un anno per aderire al programma Ferrari Driver Academy per una stagione FIA ​​Formula 4 nel 2021. Con la Ferrari esiste anche la possibilità di rinnovare il contratto per un altro anno, consentendo di competere nel 2022. E, dato che si tratta di un programma quadriennale, il 2021 ospiterà anche una seconda selezione tra gli ASN della FIA e lo stesso processo porterà a una seconda pilota femminile a entrare a far parte della Ferrari Driver Academy.