Grande agonismo nella seconda prova del Campionato Italiano ACI Karting al Circuito di Siena con il record di 283 piloti

Cunati in KZ2 vince Gara1 e incrementa il vantaggio in classifica, Tormen vince Gara-2. Gli altri vincitori nella 60 Mini Trentin e Marenghi, in KZN Under Cesari e D’Attanasio, in KZN Over Profico e Torsellini, nella X30 Junior Cenedese e Bertuca, nella X30 Senior Villa e Ingolfo.

Grandi gare al Circuito di Siena, ma anche molto difficili e combattute per riuscire a guadagnare l’accesso alle finali della seconda prova del Campionato Italiano ACI Karting, visto il record di presenze sul circuito toscano, ben 283 piloti impegnati nelle categorie KZ2, 60 Mini, KZN Under, KZN Over, Iame X30 Junior e Senior.

In KZ2 è stato Simone Cunati (CRG-Tm) del team Modena Kart – già leader dopo la prima prova di Castelletto di Branduzzo – a raccogliere il maggior bottino per la classifica di campionato, che ha potuto incrementare con l’eccellente vittoria colta in Gara-1. A destare sensazione è stato anche il suo compagno di squadra, Luigi Di Lorenzo, velocissimo per tutto il weekend e andato subito in testa in finale, per poi però doversi ritirare a metà gara per un problema tecnico lasciando così pista libera a Cunati. Ottima la prova anche di Cristopher Zani (BRM-Tm), secondo sul traguardo davanti a Alessio Baldi (Intrepid-Tm), anche questi autore di una bella prova sul circuito di casa. Quarto ha concluso Alex Irlando (BirelArt-Tm), con Marco Tormen (Praga-Tm) al quinto posto e Francesco Iacovacci (Maranello-Tm) al sesto. In Gara-2, con griglia invertita nelle prime 8 posizioni, sono stati Kristian Habulin (TB Kart-Tm) e Leonardo Marseglia (BirelArt-Tm) a prendere da subito il sopravvento insieme a Tormen, con quest’ultimo che nell’ultima parte della finale è riuscito a passare in testa e concludere con la vittoria davanti a Marseglia e Habulin. Grande rimonta di Giuseppe Palomba (Croc-Tm) fino al quarto posto dopo essere scattato indietro per un ritiro in una manche di qualificazione. Quinto ha chiuso Cunati, sesto Irlando.

Combattuta come al solito la 60 Mini, con 69 piloti iscritti. La vittoria in Gara-1 è andata a Giovanni Trentin (Parolin-Tm) che è riuscito a prendere subito il largo. Nel duello per le altre posizioni del podio, l’inglese William Macintyre (Parolin-Tm) ha guadagnato la seconda posizione, mentre Andrea Filaferro (Tony Kart-Tm) ha chiuso con il terzo posto. Il giamaicano Alex Powell (Energy-Tm), dopo aver brillato nelle manches, ha concluso quarto. La griglia invertita di Gara-2 ha favorito Francesco Marenghi (Energy-Tm) che è andato a vincere la seconda finale, con l’inglese Coskun Irfan al secondo posto e Powell sul podio con la terza posizione. In un finale alquanto combattuto, Macintyre ha concluso quarto davanti a Trentin e a Flavio Olivieri (Parolin-Tm).

Nella prima prova di stagione della KZN Under, Roberto Cesari (Top Kart-Tm) si è imposto sul campione italiano 2018 Emanuele Simonetti (Tony Kart-Tm), dopo che quest’ultimo si era rivelato il più veloce in prova e nelle manches. Una penalizzazione per partenza anticipata ha relegato però Simonetti al quarto posto, la seconda posizione l’ha così guadagnata Alessio Mordini (Energy-Tm) e la terza Andrea Pastorino (BirelArt-Tm). In Gara-2 il più determinato si è rivelato Filippo D’Attanasio (Formula K-Tm), che ha saputo approfittare della griglia invertita per andare a vincere in un arrivo in volata su Simonetti, con Edoardo Tolfo (Praga-Tm) in terza posizione.

Debutto stagionale anche per la KZN Over, qui una bella prova è stata portata a termine da Roberto Profico (Tony Kart-Tm) vincitore di Gara-1 su Riccardo Nalon (Parolin-Tm). Terzo si è piazzato Marco Pagani (Parolin-Tm). In Gara-2 è stato invece il pilota di casa Simone Torsellini (KR-Iame) a prendersi una bella soddisfazione con la vittoria davanti al proprio pubblico. Sul podio con il secondo e terzo posto sono saliti Marco Ruschioni (TK-Tm) e il campione della categoria del 2018 Cristian Griggio (Maranello-Tm). In Gara-2 Profico ha chiuso quinto preceduto da Fabio Ferretti (Tony Kart-Vortex).

Nella X30 Junior non ha avuto difficoltà ad imporsi Alessandro Cenedese (KR-Iame) sull’israeliano Ariel Elkin (Intrepid-Iame), mentre ha dovuto rinunciare al terzo posto sul podio Cristian Bertuca (BirelArt-Iame) per una penalizzazione di 5 secondi. La terza piazza è così andata a Francesco Pulito (KR-Iame), Bertuca è stato classificato quarto davanti a Enzo Trulli (CRG-Iame). Bertuca si è poi rifatto in Gara-2, andando a vincere una finale molto combattuta, con Elkin al secondo posto e Michael Barbaro Paparo (KR-Iame) in terza posizione. A mancare il podio in Gara-2 è stato Enzo Trulli per un incidente negli ultimi giri quando era nelle prime posizioni.

Tutto facile nella X30 Senior in Gara-1 per il poleman Edoardo Ludovico Villa (TB Kart-Iame), vincitore con un buon vantaggio su Leonardo Fornaroli e su Leonardo Caglioni, tutti e due su KR-Iame del team Driver. Molto più combattuta invece Gara-2, con Villa un po’ in difficoltà a recuperare terreno per la griglia invertita della seconda finale. A vincere Gara-2 è stato Mattia Ingolfo (KR-Iame) su Vittorio Maria Russo (Tony Kart-Iame), con Caglioni ancora terzo. Questa volta Villa, anche a causa di una penalizzazione, si è dovuto accontentare della 12ma posizione.

Tutte le classifiche nel sito www.acisport.it

CORRIERE DELLO SPORT. Una pagina speciale di commento e foto sarà pubblicata sul quotidiano sportivo Corriere dello Sport di giovedì 13 giugno.

Prossimo appuntamento con il Campionato Italiano ACI Karting il 7 luglio sul Circuito Napoli di Sarno (Salerno) con le categorie 60 Mini, KZ2, KZN Junior e Over, X30 Junior e Senior, Rok Junior e Senior.

Ufficio Stampa ACI Sport Karting

Fernando Morandi

ACI Sport S.p.A.

E-mail: external.morandi@acisportspa.it

Facebook: @ACIKarting

 Nelle foto:  1) KZ2 partenza Gara-1, Cunaphoto; 2) KZN Over podio Gara-1; 3) X30 Junior podio Gara-1.

 Aggiornamenti, approfondimenti, classifiche e foto sul sito ufficiale ACI Sport

Pagina Campionato Italiano ACI Karting

SOCIAL UFFICIALI

FB, TWITTER, INSTAGRAM, YOUTUBE