Energy Corse sempre presente nei grandi appuntamenti internazionali

Da Lonato a Le Mans, il marchio Energy Corse si è lanciato alla conquista di vittorie e podi in prove particolarmente difficili e combattute. In effetti, la Rok Cup Superfinal e la Finale Internazionale IAME hanno riunito ciascuna dei parterre composti da più di 400 piloti! Ciò non ha impedito al team Energy Corse di realizzare una doppietta nella Mini Rok con Alex Powell e Dmitry Matveev in Italia e di conquistare un magnifico secondo posto nella X30 Junior in Francia con Robert De Haan, incoronato Campione di Germania nella OK-Junior alcuni giorni prima.

Il team Energy Corse e il marchio italiano che porta lo stesso nome hanno dimostrato ancora una volta che bisognava fare i conti con loro. Nello spazio di 10 giorni, hanno saputo garantire un altissimo livello di performance ai piloti che indossavano la famosa tuta rossa, bianca e blu. Durante la Rok Cup Superfinal a Lonato, Energy Corse è stato il secondo marchio meglio rappresentato nella Mini Rok, categoria che conta 130 piloti in gara! E nella finale c’erano quattro telai nei primi sette, con il podio conquistato da Alex Powell e Dmitry Matveev.

Doppietta nella Mini Rok

Perfettamente consigliati dallo staff del team italiano, il giamaicano e il russo hanno realizzato dei percorsi impeccabili nelle manche di qualificazione. Con il loro mezzo particolarmente veloce durante la finale, hanno entrambe partecipato all’ultima battaglia per la vittoria e alla fine è stato Powell a trionfare con un distacco minimo di tre decimi su Matveev.

Rispettivamente quarto e settimo, l’italiano Francesco Marenghi (team ASD Revolution Motorsport) e il russo Kirill Kutskov hanno completato questa magnifica prestazione per Energy Corse. Anche il cinese Rui Zhen, il norvegese Marcus Saeter (team ASD Revolution Motorsport) e il russo Vladimir Verkholantsev hanno dimostrato un potenziale eccezionale. Inoltre, un pilota del team Energy Corse ha vinto il Trofeo Singha: parliamo del giovane australiano Jesse Lacey. Il polacco Piotr Czaja (Vkart Racing Team) ha assicurato la doppietta dei telai Energy in questo trofeo.

Che gara De Haan!

Robert De Haan ha sicuramente fatto una stagione incredibile nella Junior con Energy Corse. Distintosi nei Campionati mondiale, europeo e francese, è diventato Campione di Germania nella OK-Junior con il suo motore TM Racing concludendo il suo percorso con una vittoria ad Ampfing. In generale ha conquistato sei volte su dieci i punti del vincitore e quattro volte i punti del secondo!

Alcuni giorni più tardi, il promettente olandese è andato a Le Mans per la Finale Internazionale IAME. Molto competitivo sull’asciutto e sul bagnato, De Haan è risalito al quarto posto in prefinale per poi battersi per la vittoria in finale. Al termine di duelli intensi e incessanti, ha tagliato il traguardo in seconda posizione. “Peccato che il primo sia riuscito a prendersi un po’ di distacco perché mi sentivo bene e potevo vincere. Comunque, per me questo è un risultato eccezionale tenendo conto che eravamo in 108 sulla linea di partenza”, ha ammesso Robert.

Doppio colpo per l’australiano Flack

Attualmente secondo nella IAME Series Benelux dopo il suo successo a Genk, il giovane Clément Outran si è messo in luce nella X30 Mini. Partito nono, il francese ha guadagnato due posizioni nella finale, ma ha dovuto accontentarsi del dodicesimo posto a seguito di una penalità per spoiler staccato.

Infine, complimenti all’australiano Marcos Flack che ha partecipato alle due prove a Lonato e a Le Mans. Nonostante abbia fatto un’ottima performance nella Junior Rok, le condizioni meteo variabili non l’hanno aiutato nella X30 Junior.

“Vorrei complimentarmi con tutti i piloti e i team che hanno contribuito a questo magnifico risultato d’insieme del marchio Energy Corse”, ha dichiarato per concludere Mick Panigada, responsabile Energy Corse. “Per noi il successo quest’anno non è mancato e l’obiettivo è quello di rimanere in quest’ottica in occasione delle ultime prove del 2019. I piloti che desiderano unirsi a noi potranno approfittare di queste gare per realizzare una prova all’interno del nostro team ufficiale e in particolare nelle categorie Mini, Junior, OK o KZ2.”