A Val Vibrata assegnati i titoli dei Campionati Italiani ACI Karting

A Val Vibrata assegnati i titoli dei Campionati Italiani ACI Karting

L’ultima prova del Campionato Italiano ACI Karting con le doppie finali di Val Vibrata ha definito i campioni del Tricolore 2019 nelle categorie KZ2, 60 Mini, KZN Under, KZN Over, X30 Junior e Senior, regalando anche un’immancabile suspense fino al termine di tutte le gare di questo quinto e conclusivo evento.

La prima serie di finali è riuscita a definire i titoli italiani solamente in due categorie: in KZ2 con Simone Cunati su CRG-Tm vincitore di gara1 e del titolo italiano, nella X30 Senior con Edoardo Ludovico Villa su TB Kart-Iame anche questi vincitore della prima finale e del titolo italiano.

L’assegnazione degli altri titoli è arrivata dalla seconda serie di finali, in KZ3 Under è stato Roberto Cesari su Top Kart-Tm a vincere il Campionato Italiano grazie al secondo posto di gara1 e al terzo posto di gara2, in KZN Over Marco Pagani su Parolin-Tm in extremis ha scalzato Roberto Profico dalla vetta della classifica con la vittoria in gara1 e il terzo posto di gara2, nella 60 Mini si è confermato leader l’inglese William Macintyre (Parolin-Tm) con la vittoria in gara1 e il quarto posto in gara2, infine nella combattutissima X30 Junior è stato Francesco Pulito su KR-Iame a sorprendere tutti e a conquistare per la seconda volta consecutiva il titolo della categoria grazie al doppio podio di gara1 e gara2.

IN KZ2 DOMINA CUNATI. In KZ2 Simone Cunati su CRG-Tm con il Team Modena Kart nelle due finali di Val Vibrata ha dominato la scena con due vittorie ineccepibili che gli hanno garantito la conquista del titolo italiano. In gara1 Cunati ha preceduto sul traguardo Mirko Torsellini (KR-Iame) e Leonardo Marseglia (BirelArt-Tm), con Giuseppe Palomba (BirelArt-Tm) costretto alla quarta posizione dopo essersi imposto nelle manche di qualificazione. Quinta e sesta posizione per Giacomo Pollini (Formula K-Tm) e Francesco Iacovacci (Maranello-Tm), mentre l’altro protagonista del weekend, Francesco Celenta (Praga-Iame), ha dovuto ritirarsi per un problema tecnico. In gara2 Cunati si è prodotto in una bella rimonta per la griglia invertita concludendo ancora sul primo gradino del podio, questa volta davanti a Palomba, con Iacovacci terzo. Nello stesso ordine si è concluso il Campionato Italiano della KZ2.

Classifica KZ2: 1. Cunati punti 257; 2. Palomba 183; 3. Iacovacci 157; 4. Marseglia 136; 5. De Marco 98,5.

60 MINI PER MACINTYRE. Nella 60 Mini una bella prova l’ha conclusa l’inglese William Macintyre su Parolin-Tm del Team Driver, vincitore di gara1 al termine di una serie di bei duelli, davanti a Flavio Olivieri (Parolin-Tm) e all’olandese Ean Eyckmans (Parolin-Tm), riuscendo così a mettere una seria ipoteca al titolo. In gara2 è stato invece il norvegese Marcus Saeter (Energy-Tm) ad imporsi davanti agli altri due pretendenti il titolo, Manuel Scognamiglio (Tony Kart-Vega) e il giamaicano Alex Powell (Energy-Tm). Macintyre in gara-2 si è piazzato al quarto posto assicurandosi così il titolo italiano con un buon margine sugli avversari.

Classifica 60 Mini: 1. Macintyre punti 221; 2. Scognamiglio 193; 3. Powell 167; 4. Olivieri 135; 5. Trentin 110,5.

IN KZN UNDER TITOLO A CESARI. In KZN Under è stato Roberto Cesari (Top Kart-Tm) ad aggiudicarsi il titolo italiano con il secondo posto in gara1 conquistato alle spalle di Edoardo Tolfo (Praga-Tm), e con il terzo posto in gara2 alle spalle di Filippo D’Attanasio (Formula K-Tm) e di Tolfo. Il suo maggior rivale di campionato si è rivelato Alessio Mordini (Energy-Tm), che dopo l’ottavo posto di gara1 era riuscito a condurre in testa nei primi giri di gara2 per poi concludere però in quinta posizione e vedersi scavalcare nella classifica finale non solo da Cesari ma anche da Tolfo e D’Attanasio.

Classifica KZN Under: 1. Cesari punti 142; 2. Tolfo 135; 3. D’Attanasio 111; 4. Mordini 110; 5. Pastorino 80.

PAGANI A SORPRESA IN KZN OVER. In KZN Over Marco Pagani su Parolin-Tm ha ottenuto il successo nel Campionato Italiano spodestando Roberto Profico (Tony Kart-Tm) che occupava la vetta della classifica grazie alle sue tre vittorie nelle prime 4 finali di stagione. A Val Vibrata Profico dopo la pole position in prova ha incontrato una serie di problemi e ad approfittarne è stato proprio Pagani, vincitore di gara1 all’ultimo giro davanti a Simone Torsellini (KR-Iame), e poi con il terzo posto di gara2 ereditato per una penalizzazione a Riccardo Loddo (CRG-Tm). In gara2 la vittoria è andata all’altro ottimo protagonista della KZN Over, Riccardo Nalon (Parolin-Tm), con Alberto Cialini (CRG-Tm) al secondo posto.

Classifica KZN Over: 1. Pagani punti 135; 2. Profico 124; 3. Nalon 113; 4. Torsellini Simone 111; 3. Loddo Jhonny 57.

BIS DI PULITO NELLA X30 JUNIOR. Nella X30 Junior una serie di problemi hanno rallentato il leader di classifica Cristian Bertuca (BirelArt-Iame), aprendo le porte a diversi rivali, fra i quali Francesco Pulito (KR-Iame) del team Dep Competition e Michael Barbaro Paparo (KR-Iame) del team Giugliano Kart che hanno avuto le maggiori probabilità di aggiudicarsi il titolo. A conquistare le due finali è stato Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame) del team Driver, quest’anno alla sua prima partecipazione nel Campionato Italiano per prepararsi al meglio per il prossimo Campionato del Mondo in Finlandia. Antonelli Ha vinto tutte e due le finali, particolarmente avvincenti, ma il titolo alla fine è andato a Pulito, che ha bissato il successo dello scorso anno, con il secondo posto di gara1 e il terzo di gara2. Paparo è stato autore di un quarto e un secondo posto e ha concluso con la terza posizione in classifica alle spalle di Bertuca. Terzo sul podio di gara1 si è piazzato Alessandro Cenedese (KR-Iame) del team Driver.

Classifica Iame X30 Junior: 1. Pulito punti 196; 2. Bertuca 184 3. Paparo 166; 4. Pujatti 127; 5. Cenedese 123.

VILLA CAMPIONE NELLA X30 SENIOR. Nella X30 Senior è stata una formalità la vittoria in Campionato di Edoardo Ludovico Villa su TB Kart, anche se niente poteva essere dato per scontato. Il titolo italiano per Villa è arrivato già in gara1 con il quarto posto nella finale vinta da Mattia Ingolfo e dagli altri due portacolori del Team Driver su KR-Iame Leonardo Fornaroli e Leonardo Caglioni. In gara2 un incidente alla ripartenza di una procedura ”slow” ha condizionato la prova di Villa, conclusa con l’11mo posto ma ormai con il titolo già assicurato. Nella seconda finale ha vinto ancora Ingolfo, con il podio completato da Francesco Pio Scognamiglio e Alessio Guazzaroni ambedue su Tony Kart-Iame.

Classifica Iame X30 Senior: 1. Villa punti 222; 2. Ingolfo 194; 3. Caglioni 180; 4. Carenini 162,5; 5. Fornaroli 143.

I due vincitori dei titoli dei Campionati Italiani X30 Junior e X30 Senior hanno ottenuto in premio da Iame la partecipazione gratuita alla Finale Internazionale Iame di Le Mans del prossimo 19 ottobre.

Tutte le classifiche nel sito www.acisport.it

GAZZETTA DELLO SPORT. Una pagina speciale sarà pubblicata sul quotidiano sportivo Gazzetta dello Sport di giovedì 5 settembre.

Nelle foto: 1) La vittoria di Cunati in KZ2 gara2, insieme a Palomba e Iacovacci; 2) La partenza della 60 Mini, al comando William Macintyre Campione Italiano; 3) Il podio della X30 Junior con Antonelli vincitore di gara2 insieme a Paparo e Pulito.

Ufficio Stampa ACI Sport Karting

Fernando Morandi

ACI Sport S.p.A.

E-mail: external.morandi@acisportspa.it

Facebook: @ACIKarting